A.N.A.S. Veneto

Associazione Nazionale Azione Sociale

 

News

Le Onlus cancellate dalla riforma 3° settore, ANAS Italia convoca riunione dei presidenti del Centro-Nord. A rappresentare il Veneto il presidente villafranchese Baldan.

 

 19/04/2018

  

Anas (Associazione Nazionale di Azione Sociale) e terzo settore; tra riforma e organizzazione. Si è svolta il 15 aprile 2018 a Carugate provincia di Milano presso la sala convegni in via Cesare Battisti la riunione organizzata dal Anas Italia in Lombardia sulla riforma del terzo settore cosi come disciplinato dalla Legge 117 del 2017. Sono stati discussi, alla presenza di autorità e responsabili di settore (tra le quali anche il Sindaco del Comune ove si è svolta la riunione), punti della riforma che necessiterebbero, a giudizio della classe dirigente l’associazione Anas, di interventi normative per rendere più organica la riforma stessa, soprattutto la necessità di chiarire ai dirigenti che come il fatto che le Onlus sono state abrogate dal 1° Gennaio 2018 e che ad oggi esiste un solo soggetto certificato dalla norma e cioè l’Ente del terzo settore come lo sono anche le associazioni di promozione sociale nazionali tra le quali l’ANAS. A rappresentare il Veneto alla riunione era presente il giovane presidente della sede ANAS Villafranchese Ivano Baldan che ormai da anni segue l’associazione nel Comune con interventi che vanno da convegni di interesse sociale alla prevenzione sull’alcolismo rivolta ai giovani, e non solo, e a breve l’attivazione del servizio civile, sede, quella villafranchese, accreditata presso la Regione Veneto per ricevere i prossimi volontari probabilmente già nel 2018.

 

Nell’ambito della riunione il portavoce Nazionale ANAS Dott. Antonio Lufrano, presente all’incontro, oltre ad elogiare l’operato delle sedi venete di ANAS ha voluto chiarire "come è noto la riforma ha profondamente modificato il modello organizzativo delle associazioni in Italia e l’ANAS ‘ impegnata in una campagna di informazione sulla riforma." e ancora "L’importanza dell’iniziativa viene avvalorata dal fatto che ancora molti enti pubblici continuano a chiedere dichiarazioni sulle ONLUS che, come è scritto nella riforma, sono abrogate."

 

Alcolisti anonimi e volontari A.N.A.S. alle medie di Illasi “In seconda già si parla di Alcool”.

 

11/04/2018

 

Si è svolto martedì 11 aprile alle scuole medie Zamboni di Illasi l’incontro volto alla prevenzione sull’uso dell’alcool tra i giovani. I ragazzi dell’età di tredici anni, molto attenti alle indicazioni dei volontari dell’Ente del Terzo Settore A.N.A.S., e colpiti dall’esperienza degli alcolisti anonimi, hanno fatto per qualche ora un viaggio all’interno di quelli che sono i dati che oggi affliggono i giovani nel problema dell’abuso di sostanze alcoliche, problema che porta a bere il primo bicchiere, nella maggior parte dei casi, già ad 11 anni. Erano 55 i ragazzi presenti nell’aula Magna,  con l’incontro iniziato con il far vedere agli studenti delle immagini a base scientifica sugli effetti negativi dell’alcool, soprattutto tra gli adolescenti, e i vari motivi per cui è sconsigliata l’assunzione uno dei quali l’assenza nell’organismo umano fino all’età di 16 anni, dell’enzima che smaltisce l’alcool. Successivamente i ragazzi hanno ascoltato la testimonianza di un ragazzo che ha vissuto il problema in prima persona che fa parte degli alcolisti anonimi di Verona ed ascoltato il racconto di un familiare di alcolisti (associazione ALANON) che ha spiegato come viene vissuto questo problema in famiglia. Tante le domande fatte dai ragazzi tramite bigliettini anonimi accartocciati e poi raccolti dai volontari, con lo stupore degli insegnanti si è compreso come anche in questa giovane età i ragazzi sono molto interessati al problema con la curiosità di chi ha capito che con certe cose non si scherza. Infine l’incontro si è chiuso con un aperitivo analcolico preparato dalle volontarie ANAS Chiara ed Antonella  con il messaggio che si può stare bene insieme anche senza alcool.

A.N.A.S. Veneto e associazione Vera Vita: insieme contro l’alcolismo.

 

09/03/2018

 

Continua il percorso dei volontari dell’Associazione Nazionale Azione Sociale contro l’utilizzo eccessivo dell’alcool tra i giovani, questa volta in collaborazione con l’associazione "Vera Vita". Il giorno Giovedì 15 marzo alle ore 20.45 si terrà a Cologna Veneta in via Groppeale 1, l’incontro rivolto ad adolescenti e genitori, con l’intervento di A.N.A.S. e la testimonianza di alcolisti anonimi, intervento richiesto da un’associazione del territorio, sempre molto attenta alle tematiche sociali, quale è "Vera Vita". La serata sarà volta ad informare genitori e adolescenti sui rischi che può provocare l’alcol soprattutto tra i giovani. Ricordiamo che mezzo milione di ragazzi consuma troppo alcol, soprattutto nel week-end, una cattiva abitudine che può provocare problemi cardiaci, e non solo, nei teenager. Responsabili dei problemi, e che vanno per la maggiore, sono i cocktail e i superalcolici (causa dei molteplici incidenti stradali per l’elevata gradazione alcolica), l’abitudine a bere molto e tutto insieme (binge drinking), amato dai giovanissimi nel weekend, risulta molto rischiosa per il cuore comportando anche aritmie. Il bere per sentirsi accettati, le sfide online, e tutto quello che riguarda la generazione adolescenziale che, per moda o per sembrare più grandi, fa uso di sostanze che alterano la percezione del reale, nel contempo danneggia irrimediabilmente l’organismo, con danni che si ripercuotono a volte anche per tutta la vita, "per questo i volontari ANAS e l’associazione Alcolisti Anonimi" spiega il Portavoce Regionale ANAS Francesco Bitto "proseguono in questa crociata ormai da anni, senza sosta, mettendo in guardia gli adolescenti sul problema e questa volta anche i genitori che devono essere le prime sentinelle della salute dei propri figli".

A.N.A.S. e ACLI: dal Veneto alla Sicilia continua la collaborazione.

 

23/02/2018

 

 

Due associazioni di promozione sociale che incrociano le proprie attività per un fine comune “migliorare la vita dei cittadini” questo stanno ponendo in essere ANAS ed ACLI, ed è questo che provano a fare i referenti territoriali da Nord a Sud della penisola. Di quanto appena detto e di molto altro hanno discusso lo scorso 22 febbraio 2018 il Portavoce regionale Veneto dell’Associazione Nazionale Azione Sociale Dr. Francesco Bitto e il Presidente Provinciale Acli di Messina Avv. Antonio Gallo che, trovatosi nel territorio scaligero, ha voluto visitare una sede ANAS. Ormai da anni Acli e ANAS collaborano nella città Peloritana, ove attuano progetti in concomitanza, ed è grazie a tale collaborazione che ne sta nascendo una paritetica anche nella città scaligera ove è anche stato presentato un progetto in partenariato con attori ANAS Veneto e ACLI Verona, progetto incentrato sulla lotta alla dipendenza delle apparecchiature tecnologiche. Da tale collaborazione di recente ne è scaturito anche un Convegno di rilevante importanza tenutosi lo scorso luglio nella sala degli specchi del palazzo della “Provincia” di Messina dal Titolo “Dal centro al sud del mondo” sul tema dell’impegno dei soldati italiani e l’importanza del loro servizio, che ha visto ospiti di profilo nazionale come il Sottosegretario alla difesa On. Rossi e dove è stato anche invitato come relatore il Portavoce ANAS Veneto Bitto. Ieri quindi, l’Avv. Gallo, ha voluto ricambiare la visita incontrando a Verona Bitto alla presenza anche della Dott.ssa Carla De Zordo Responsabile Regionale Progetti per ANAS in Veneto. “Sono convinto che due associazioni così strutturate possano dare sempre più linfa al mondo del sociale, e la collaborazione che è partita tra ACLI Messina ed ANAS Messina S. Margherita Peloro abbia dato il via ad un laboratorio di collaborazione tra le due strutture, che sono certo continuerà anche nella città scaligera” dichiara Bitto, e ancora “Ringrazio l’avvocato Gallo della visita e con il quale il rapporto di cordialità ormai dura da qualche anno, sono infine convinto che tale rapporto continuerà nel segno del massimo impegno sociale da parte delle due strutture”.

"A.N.A.S. VENETO": apre una nuova sede a Pescantina con Presidente Trevisan

 

07/02/2018

 

Il Portavoce dell’Associazione ANAS Veneto Francesco Bitto annuncia l’apertura di una nuova sede Zonale in Veneto, precisamente a Pescantina di Verona. Il neo presidente della sede ANAS sarà Richard Armando Trevisan che a breve sarà operativo con l’associazione di promozione sociale che ormai da anni si sta radicando nei vari territori in veneto, e che già in tali territori aveva attuato progetti di natura sociale e che adesso sarà un presidio costante. Trevisan sarà inoltre incaricato, oltre che ad a operare nel Comune ove insiste la sede, ad effettuare interventi nei Comuni limitrofi essendo, proprio Pescantina, in una posizione strategica, facilmente raggiungibile per i residenti della zona ma anche Comune di collegamento tra la città e il Lago di Garda. Per ANAS sarà dunque una sede di grande rilevanza dalla quale ci si aspetta molto, soprattutto per una forte presenza collaborativa anche con altre strutture del territorio.

 

 

ANAS Treviso segnala una prestigiosa iniziativa, a Vigonovo (VE), giornata di studio della Sacra Sindone.

 

28/01/2018

 

 

“Ordo Supremus Militaris Templi” organizza una giornata di studio della sacra Sindone Sabato 10 Febbraio 2018, presso lo studio di Scultura Sergio Rodella a VIGONOVO (VE) - presso Via dell’Artigianato, 21 zona industriale, alle ore 9.30 con la partecipazione del TEAM di ricercatori scientifici padovani. Giornata dedicata allo studio della sacra sindone, il lenzuolo che avrebbe avvolto il corpo di Gesù dopo la morte, uno degli oggetti più studiati e dibattuti nella storia dell’umanità. Il programma della giornata si svolgerà alle 9.30 con l’arrivo dei partecipanti, 9.40 proiezione del filmato che della realizzazione scultorea della testa di Salomone), ore 10.00 Inizio della Giornata di Studio della Sindone (con la Prof.ssa Tonon e Prof.Fanti, Rodella, Bevilacqua e Concheri). Infine  per ragioni organizzative della sala è richiesta la prenotazione alla Conferenza e al Pranzo (e-mail cancelleriapriorale.lv@gmail.com/cellulare 3475596960), inoltre per chi avrà la possibilità di trattenersi cena presso il Ristorante di “Villa Sagredo” con il contributo di 30 euro. Chiudiamo concludendo, che questa giornata di studio costituisce un evento culturale straordinario e memorabile, sia come contenuti e come relatori, rivolto alle Dame, ai Cavalieri e ai Postulanti del Priorato. Un triplice Fraterno e Cavalleresco abbraccio. 

Proiettata la prima di "The gamblers-Punto su di me", tra gli ospiti Merola, Davoli e Bitto.

 

26/01/2017

 

È andata in scena il 18 gennaio scorso la prima del film a sfondo sociale The gamblers, pellicola girata da Alberto Moroni con tema centrale la Ludopatia. Proiettato nella cornice della Multisala Cristallo di San Bonifacio il film, che è stato girato a Verona e zone limitrofe, si è prefissato un preciso obiettivo e cioè quello di far riflettere sulla piaga dell’ossessione al gioco, ormai riconosciuta come una vera e propria patologia. Tra gli ospiti invitati dalla Garda Produzioni sono intervenuti, tra personalità del mondo politico e del sociale, anche il noto personaggio dello spettacolo Valerio Merola (che nel film ha fatto anche un’apparizione), il Portavoce Regionale A.N.A.S. Francesco Bitto (come noto associazione di azione sociale impegnata da anni sul tema Ludopatia, che ha attuato anche una campagna di sensibilizzazione insieme al attore Pippo Franco) e il Presidente dell’associazione il "Sorriso di Beatrice" Rino Davoli che negli anni è riuscito ad unire spettacolo e sociale. Tra gli attori del film spiccano alcune interessanti performance, una di queste è la partecipazione della presentatrice Francesca Vitaliani (nei panni di psicologa) piacevole sorpresa tra il cast, altre interessanti interpretazioni quelle di due giovanissime attrici, le gemelle Michela e Fabiana Gatto, che si sono mosse in scena con credibilità nonostante la giovane età sotto la guida attenta del regista Moroni (anche attore nel film). In conclusione, vista la grande partecipazione e l’applauso fragoroso al termine della proiezione, una serata con tanti spunti ma con un’importante certezza: il messaggio sociale è arrivato.

Elena Castioni, Presidente di ANAS Bonavigo dal 2014, passa la mano.

 

12/01/2017

 

È partita nel 2014 l’avventura di ANAS e i suoi volontari nella bassa veronese con l’apertura nel comune di Bonavigo che, con il suo zonale, si occupa anche di tutti i comuni limitrofi. Con alla Presidenza Elena Castioni (nella foto) i volontari si mettono subito all’opera per organizzare già nel 2014 una giornata di Raccolta Alimentare presso un Supermercato locale e il 22 giugno 2014 effettuano la prima edizione del "Mercatino della SOLIDARIETA’" al mercato settimanale del paese di Minerbe. Preminenti i progetti tesi all’aiuto delle famiglie bisognose mediante la primaria attività di distribuzione delle derrate alimentari e in data 13 maggio 2015, con grande soddisfazione, il Presidente Castioni comunicava a nome di tutti gli associati e a tutto il Direttivo, che A.N.A.S. Bonavigo ha portato a termine il primo progetto "Un defibrillatore per la vita", pronto da consegnare quindi il primo defibrillatore, in accordo con la "LEGNAGONUOTO" che ha abbracciato senza riserve questo progetto, alle piscine di Legnago. Su autorizzazione della sede regionale, la sede bonavighese tocca anche la provincia di Padova, interviene infatti in occasione della "Sagra dell’Assunta" per promuovere i progetti ANAS e far conoscere l’Associazione ai cittadini e visitatori dell’evento. Si conclude a dicembre 2017 l’incarico della Presidente Castioni, con un ultimo intervento di raccolta e consegna di piccoli regali per i bambini del reparto del Ospedale di Legnago, coglie in tale frangente l’occasione di ringraziare tutto lo staff A.N.A.S., il portavoce Dott. Bitto e il Presidente regionale Bertasi, presentando il nuovo Presidente eletto dallo zonale BONAVIGO, Gianluca Tressino. Tressino è stato per il paese una grande figura e sempre presente per la cittadinanza, ha collaborato con il "Comitato festeggiamenti di Bonavigo", è stato Presidente dell’Associazione Pro loco di Bonavigo. Volontario A.N.A.S. per la realizzazione dei progetti di alto profilo Sociale, a Tressino non resta che proseguire il gran lavoro fatto dal Presidente Castioni, se non, aumentare la portata dei progetti sociali di ANAS.

Sulla scia del gran lavoro di Verona si riparte a Treviso, è Pulella il nuovo Presidente ANAS.

 

09/01/2018

 

 

A.N.A.S. riparte bene con l’anno nuovo, vista la volontà della direzione nazionale di adoperarsi per lo sviluppo dell’associazione su tutto il territorio nazionale, su indicazione del Portavoce Regionale Bitto, con la seguente motivazione “considerato che sia opportuno per la crescita dell’Associazione nominare un Presidente Provinciale per il territorio di Treviso che abbia alti i requisiti morali” è stato nominato dalla presidenza Nazionale ANAS  Giovanni Paolo Pulella, persona di grande spessore e di indubbia fiducia, che già opera da anni nel sociale. Treviso si trova ogni giorno ad affrontare, come tante province in Veneto, problemi di natura sociale come abuso di alcool, disoccupazione e problemi al sostegno alle fasce più deboli. L’alcol è emerso ancora come un problema nel 2017, che però ha trovato vie sicure al recupero nei centri ma che necessita di interventi partendo dalla prevenzione nei confronti dei meno giovani. Altro dato preoccupante per la cittadina di Treviso è  la disoccupazione giovanile solo l’8 % dei giovani trevigiani al di sotto dei 29 anni viene assunto con un contratto a tempo indeterminato,  e che quindi  i fortunati il 41% sono costituiti da donne. Infine, altra fascia debole le famiglie in difficoltà che sono in un trend crescente. Questi i settori di intervento che ha ricevuto di indirizzo il nuovo presidente Pulella che all’insediamento ha dichiarato “Spero che la sede provinciale dia i suoi frutti come le altre sedi ANAS che già operano in Veneto, e auguro al direttivo che si possano raggiungere presto gli obiettivi prefissati”. Buon lavoro al neo Presidente.

ANAS Villafranca e il Quadrifoglio a Natale insieme per i bambini.

 

27/12/2017

 

“Collaborazione”… questa è stata la parola che è diventata concretezza in questo Natale grazie a due associazioni che operano per nel villafrachese: ANAS (Associazione Nazionale di Azione Sociale) e il Quadrifoglio. È bastata una telefonata fatta da Ivano Baldan (Presidente Zonale di ANAS Villafranca) al suo amico Daniel Reggiani (Presidente dell'Associazione "Il Quadrifoglio"): "Come potervi aiutare?" a far scattare la collaborazione. Due ambiti diversi, ma un unico scopo: l'aiuto agli altri e in questo caso ai bambini.  È così che ANAS ha donato una cosa che a tanti potrebbe sembrare un siciocchezza ma che a chi si sostiene solo con le proprie forze è a volte un impedimento non da poco. Ad ognuno dei quarantacinque bambini seguiti dall’associazione il Quadrifoglio(nella foto il Presidente Reggiani e i volontari dell’associazione) la propria penna cancellabile, tamite  Il Quadrifoglio che da 28 anni a Villafranca offre doposcuola gratuito a bambini in disagio sociale, fornendo l’ANAS anche molte cartucce sostitutive. "La penna è lo strumento di lavoro dei nostri bambini, talvolta manca perché le possibilità economiche dei loro genitori sono davvero limitate. Le scorte del nostro armadio non erano più così numerose e questo gesto è per noi davvero provvidenziale", spiega l'insegnante Daniel Reggiani - Presidente del Quadrifoglio - e aggiunge "La mia gratitudine va all'amico Ivano ed è estesa ad ANAS, per l'attenzione che rivolgono alle persone e alle realtà associative del territorio, in una logica di cooperazione". Concludendo, Ivano Baldan ha dichiarato “Questo è solo un piccolo sostegno ai bambini in difficoltà e il primo passo di collaborazione con il Quadrifoglio.” ANAS ricordiamo ha aperto la propria prima sede sul territorio scaligero proprio a Villafranca di Verona nell’anno 2012 e da anni opera costantemente per dare il proprio contributo per rendere il territoprio sempre più vivibile  alle categorie meno fortunate.

 

 

Con ANAS Veneto è Natale anche per i bambini del reparto “pediatria”.

 

24/12/20217

 

In occasione della prossime festività natalizie soci e volontari della sede dell’associazione Nazionale di Azione Sociale  di Bonavigo (VR) sono stati presenti il giorno 20 dicembre 2017 presso l’Ospedale di Legnago (VR) - U.O.C. Pediatria e Patologia Neonatale - Distretto 3 - ULSS 9 Scaligera - Presidio Ospedaliero "Mater Salutis" – per trascorrere alcuni momenti di gioia, in compagnia dei piccoli ospiti del Reparto e festeggiare con l’arrivo del Santo Natale. Consegnati dei piccoli regali ai bambini presenti, nonché un ricordo del passaggio di ANAS all’intero Reparto pediatria e del Reparto riabilitazione dell’età evolutiva, affinché questa festa possa trascorrere come un momento di gioia anche per chi non avrà la possibilità di passarla in famiglia.  La giornata è stata possibile grazie alla disponibilità della struttura Ospedaliera nelle persone del Dott. Mauro Bertassello - Direttore DIREZIONE MEDICA OSPEDALIERA LEGNAGO, della Sig.ra Monica Soranzo per la Direzione Medica AULSS9 – VENETO, Sig.ra Carmen Tozzo e Sig.ra Loredana Zerman, coordinatrice e responsabile di Patologia Neonatale, nonché del Dottor Federico Zaglia, Direttore U.O.C. Pediatria e Patologia Neonatale. Un grazie particolare va anche alla Sig.ra Elena Castioni che ha proposto questa iniziativa come ultima della sua Presidenza di ANAS Bonavigo, al neo Presidente zonale Bonavigo Gianluca Tressino, ed inoltre al Presidente Regionale A.N.A.S. Giampiero Bertasi e al portavoce Regionale A.N.A.S. Francesco Bitto che con il loro appoggio e contributo rendono queste iniziative possibili. Ma un grazie particolare va a tutti i volontari che hanno partecipato a questi momenti di GIOIA presenti presso il presidio Ospedaliero di Legnago (VR).  "Forte non e’ chi non cade mai . . . ma chi cade e si rialza!! E con questo messaggio comunicato dalla sede ANAS operante per augurare a tutti coloro che trascorreranno le feste lontano dai loro cari e dai loro affetti un B U O N     N A T A LE con l’augurio di giorni migliori. E un gigantesco augurio anche a tutta la GRANDE FAMIGLIA A.N.A.S. – Associazione Nazionale di Azione Sociale che in ogni parte d’Italia rappresenta un valido aiuto e sostegno alle famiglie ed alle persone in difficoltà."

Interventi di UNICEF Verona e Corpi Sanitari internazionali al convegno di ANAS Veneto sul tema Alcool e giovani.

 

18/12/2017 

 

Si è chiuso con un convegno il 16 dicembre per l’anno 2017, all’Auditorium di Villafranca di Verona, la campagna informativa che ha visto i volontari dell’Associazione Nazionale Azione Sociale impegnati nelle scuole medie e superiori della provincia di Verona, ma non solo, anche impegnati in varie strutture ed eventi creati ad hoc nell’ambito del progetto "Non troppo piccoli per parlare di alcool", attività poste in essere al fine di far conoscere agli adolescenti i rischi legati all’utilizzo dell’alcool e i problemi di dipendenza causati dall’abuso della sostanza. Da anni impegnati a contrastare l’utilizzo di sostanze alcoliche tra i giovanissimi, piaga a volte sottovalutata ma che, continuamente, miete giovani vittime in tutta la penisola e precursore dell’utilizzo di altre sostanze. Il convegno ha visto tra i relatori oltre al Presidente ANAS Veneto, Giampietro Bertasi, a spiegare le dinamiche e l’evoluzione del progetto, Maria Fiore Adami Presidente della commissione CONTINUA A LEGGERE

A Castelvecchio con la Polizia Postale per parlare di cyberbullismo, chiude ANAS con intervento sulle dipendenze.

 

14/12/2017

 

L'incontro si inserisce nel percorso regionale sul bullismo denominato "Dall'altra parte del bullismo" teso a dare ai docenti referenti di ogni Istituto della Regione Veneto gli strumenti per prevenire e contrastare il fenomeno con tutte le sue connotazioni. Le Istituzioni camminano insieme alla scuola ognuno con le loro competenze per dare strumento omogenei, per far emergere le buone prassi, per redigere un vademecum unico con risposte adeguate, per sollecitare gli Istituti a rivedere i regolamenti e le sanzioni disciplinari . Un grande lavoro teso a prevenire un malessere diffuso nel mondo giovanile che talvolta sfocia in azioni scorrette, irresponsabili e illegali. La lettura oggettiva e scientifica del fenomeno è indispensabile per dare risposte adeguate alle nuove istanze sociali che avanzano. Un grande lavoro supportato dalla Rete di Cittadinanza Costituzione e legalità che riunisce 40 scuole e che ha come scuola capofila il Liceo Medi di Villafranca diretta dal dottor Mario Bonini, sempre in prima linea anche sulla formazione degli insegnanti. A Castelvecchio l'incontro con la Polizia Postale per formare docenti sull'uso consapevole dei cellulari, smartphone, computer social .... La scelta del giorno non è casuale in quanto proprio il 13 dicembre molti bimbi e ragazzi riceveranno in dono un cellulare...e gli adulti hanno il dovere di sensibilizzarli sul l'uso ed utilizzo consapevole e responsabile. La famiglia con la scuola si uniscono alle Istituzioni nel viaggio della legalità che continua perché i ragazzi comprendano che il cellulare è uno dei strumenti di comunicazione ma non l'unico. Riappropriarsi delle nostre modalità comunicative, dei linguaggi verbali e non verbali, riappropriarsi dei sentimenti per una giornata di festa e da vivere comunicando le vere emozioni e con la consapevolezza che già molte scuole si sono attivate nel creare percorsi contro le varie forme di cyberbullismo. A chiusura dell’incontro un rappresentante dell’Associazione Nazionale di Azione Sociale a posto l’accento sull’importanza di mettere in guardia i ragazzi dal problema delle dipendenze, a partire dall’alccol a seguire, invitando tutti al convegno in collaborazione tra ANAS e la Rete cittadinanza e costituzione, previsto per il 16 dicembre prossimo all’auditorium di Villafranca di Verona alle ore 15.

ANAS interviene a Villafranca con il progetto sulle dipendenze. Incontro al Liceo Anti.

 

29/11/2017

 

Dopo aver girato tutta la provincia di Verona ed incontrato centinaia e centinaia di ragazzi il progetto "Non troppo piccoli per parlare di alcool" torna a Villafranca. Difatti nella mattinata del 27 novembre 2017 i volontari di ANAS (associazione nazionale di azione sociale) coadiuvati dai volontari dell’associazione alcolisti anonimi di Verona, hanno incontrato al Liceo Carlo Anti di Villafranca, centinaia di ragazzi delle classi prime, riuniti per l’occasione in aula magna. I volontari ANAS, consapevoli del fatto che il problema dell’alcolismo giovanile è tutt’altro che risolto, non mollano la presa e continuano a incontrare gli adolescenti al fine di metterli in guardia da questo tipo di dipendenza. Fornite informazioni di tipo scientifico, affiancate alle esperienze degli alcolisti e dei loro familiari, sempre presenti a questi incontri, i volontari e gli studenti hanno dato vita a un incontro che non si ferma all’informazione ma volge al confronto, incontro che è rivolto di norma agli alunni delle scuole medie ma anche alle prime classi delle superiori. In chiusura è stata anche l’occasione per i ragazzi di porre domande in forma anonima in modo da creare un confronto costruttivo per rendere l’adolescente consapevole dei rischi che corre prendendo in mano un bicchiere con sostanze alcoliche al suo interno, avviando quindi un dibattito sul tema trattato. I volontari al termine hanno offerto come di norma un aperitivo analcolico lanciando un messaggio chiaro, volto allo stare più insieme senza bere: "L’alcool non ti fa divertire ....gli amici si!!!".

Al 20° anniversario, AVIS conferisce benemerenza a Bitto.

 

19/11/2017

 

Sala gremita da quasi trecento persone, a Corte Forziello, per il 20° anniversario Avis. Si è svolto il 18 novembre scorso l’evento considerato “storico” e organizzato quest’anno dalla sede AVIS donatori di sangue di Cazzano, serata dedicata al sociale che ha visto anche la consegna di importanti riconoscimenti. Alla presenza del Sindaco, di una delegazione Provinciale Avis e molte altre autorità, è stato dato merito a chi in questi anni si è dedicato anima e corpo al sociale ed ha dato il proprio contributo in modo concreto e attivo. Tra i riconoscimenti, uno dei più importanti, e cioè la “Benemerenza in Argento dorato”, è stata consegnata a Francesco Bitto. Una sorpresa…. ma non troppo, difatti Bitto, cittadino di Vigasio ma molto conosciuto anche nel villafranchese e non solo, per il suo ruolo di primo piano in ambito sociale perché, dopo essere stato per quattro anni Presidente della sede veronese di ANAS (Associazione Nazionale di Azione Sociale) oggi è portavoce regionale Veneto, in assoluto silenzio, da più di dieci anni, ha operato nell’ambito della donazione del sangue dando un contributo concreto e importante ad Avis. Bitto ha sempre “custodito” quest’attività nell’ambito della donazione un po’ per se, ma ha sempre tenuto fede agli impegni di donatore ritenendo, inoltre, di vitale importanza promuovere il “dono” soprattutto tra i giovani, tant’è che da qualche anno ha fortemente voluto una collaborazione con la sede provinciale ASFA (Associazione Donatori di Sangue San Francesco D’Assisi) per lanciare il messaggio CONTINUA A LEGGERE

“ANAS è lieta del fatto che continui il cammino della legalità tramite il protocollo d’intesa ministeriale”. Studenti e Forze Armate sempre più in sinergia.

 

17/11/2017

 

Si è svolto presso il Liceo “Cotta di Legnago - Scuola inserita nella  Rete “Cittadinanza Costituzione e Legalità”  il Convegno progetto MIUR-DIFESA. Parte della Rete sono anche progetti ANAS (Associazione Nazionale di Azione Sociale) che con il suo portavoce Dr. Francesco Bitto dichiara “queste attività devono essere il più possibile divulgate ed ANAS è lieta del fatto che continui il cammino della legalità tramite il protocollo d’intesa ministeriale MIUR-DIFESA, per questo abbraccia e divulgherà sempre con piacere queste iniziative”. Il progetto prende vita dal protocollo d’intesa MIUR-DIFESA sottoscritto dai ministri On. Stefania  Giannini ed On. Roberta Pinotti l’11 settembre 2014. In particolare, i due Dicasteri hanno sottoscritto uno specifico documento finalizzato ad accrescere nei giovani la conoscenza della Costituzione Italiana, della Dichiarazione Universale dei diritti umani, della Carta Europea, nonché del contributo fornito dalle Forze Armate Italiane alla crescita democratica del Paese.  In questa direzione, già dal 2004, i due Dicasteri e le loro rispettive articolazioni sul territorio, si sono mossi con un iniziale ciclo di conferenze dedicate alle nostre Forze Armate e all’importante ruolo CONTINUA A LEGGERE

Riunione Presidenti ANAS delle sedi veronesi a Villafranca.

 

17/11/2017

 

Si sono riuniti in Corso Vittorio Emanuele II, sede dello Zonale dell’associazione, nella serata del 16/11/2017 e su convocazione del Presidente Regionale Bertasi, i presidenti veronesi delle sedi ANAS di tutta la provincia. Ospiti del referente villafranchese dell’Associazione Nazionale Azione Sociale Ivano Baldan, ed alla presenza anche del Portavoce regionale Bitto, i dirigenti delle varie sedi sparse sul territorio hanno fatto il punto sui progetti portati avanti nella provincia scaligera nell’anno che va a concludersi. Tante le attività di ANAS quest’anno, dall’apertura degli sportelli svraindebitamento all’accreditamento regionale al servizio civile, dagli incontri sulla legalità fino ad arrivare al progetto sull’alcolismo giovanile, per il tramite del quale i volontari, di quello che ormai può considerarsi Ente del Terzo Settore, sono divenuti di fatto sentinella sul territorio in re-lazione al tema trattato. “Abbiamo voluto riunirci proprio a Villafranca perché è il comune più po-poloso del territorio dopo Verona” spiega il portavoce CONTINUA A LEGGERE

Villafranca di Verona  vive il 4 novembre, presente anche il mondo del sociale, voce al presidente territoriale di ANAS.

 

5/11/2017 

 

Sabato 4 novembre 2017 si è svolta la consueta celebrazione di commemorazione della fine della Grande Guerra. La manifestazione, nella quale si è vista la partecipazione un po’ di tutto il paese e gli Enti presenti nel Comune. Non potevano mancare soprattutto le Associazioni Italiane d’Arma tra le quali quelle degli Alpini, dei Carabinieri e Militari in genere, con la presenza inoltre di rappresentanti delle associazioni di volontariato del territorio del comune più popoloso della provincia dopo Verona. La manifestazione si è snodata per le vie del centro partendo dalla Stazione Ferroviaria per poi fermarsi a depositare corone ai monumenti terminando attorno al Obelisco dei Caduti in Piazza Giovanni XXIII. L’evento si è concluso con l’inaugurazione, presidiata anche dall’Assessore Regionale alla Sanità Luca Coletto (nella foto), dell’esposizione dei mezzi e attrezzature militari e mostra storico-fotografica al Castello Scaligero realizzata in collaborazione con il Terzo Stormo dell’Aeronautica Militare Italiana.  Alla manifestazione era presente anche il presidente della sede Villafranchese di ANAS (associazione Nazionale di Azione Sociale) Ivano Baldan, cittadino villafranchese. “È importante ricordare, a distanza di 100 anni da questa data storica, il sacrificio dei caduti che perdendo la vita in difesa del paese a cui apparteniamo hanno promosso il valore della Pace, un gesto di gratitudine nei loro confronti e un dovere a cui le Amministrazioni comunali ma soprattutto i cittadini sono chiamati” sostiene il giovane presidente Baldan, aggiungendo “Insegnare ai giovani la storia significa prima di ogni altra cosa aiutarli a comprendere quali siano le conseguenze della guerra oltre che far conoscere a loro le tappe storiche che hanno contribuito alla formazione del nostro Paese. L’obiettivo degli educatori, degli amministratori ma soprattutto dei genitori e dei nonni deve essere quella di renderli consapevoli che l’odio e i conflitti portano alla rovina della società.”. In sostanza il messaggio che proviene dalla voce di tutti i partecipanti è “mai dimenticare”. 

Da Copri Sanitari Internazionali al campione di nuoto Luca Pizzini i premi ANAS Veneto 2017 in “Solidarietà con te”.

 

26/10/2017

 

Si è svolto il 25 ottobre in una sala dedicata quello che ormai è divenuto un appuntamento fisso di ANAS Veneto alla Fiera della polenta, l’evento “Solidarietà con te”. Ormai alla sua quarta edizione l’Associazione Nazionale di Azione Sociale con questo evento riesce ad accomunare varie anime del volontariato, dello sport, della musica e portare nella stessa serata eccellenze anche musicali a contorno dell’evento. La sede Veronese ANAS, guidata dal Presidente Giampietro Bertasi, anche quest’anno ha fatto il pienone nella sala dedicata superando le 200 presenze. Quest’anno si è voluto dare grande rilievo, ma non solo, a chi fa dello sport una scelta di vita, una scelta sana,  rigida a volte, intrisa di grandi valori “per questo abbiamo voluto conferire un premio a CONTINUA A LEGGERE

Per controllare l'archivio news CLICCA QUI

Brevi

 È aperto il tesseramento ANAS Veneto anno 2018

Per sapere come diventare socio ANAS Veneto clicca qui

 

Video

Il Dr. Stanislao Saeli e il Dr. Antonio Lufrano (portavoce nazionale ANAS) parlano insieme di riforma della giustizia.

Servizio tg su nuovo progetto sull'alcolismo di ANAS Veneto.

Serie A calcio femminile. Anas Veneto ancora in campo con AGSM Verona

Anas Veneto ospite alla trasmissione "2 Chiacchiere in Cucina"  ecco il video.

I bambini ANAS Veneto in campo con le giocatrici dell Verona calcio femminile.

Servizio del Tg sul progetto proposto da ANAS Veneto per contrastare l'uso di alcool tra i giovanissimi

Attività ed Eventi