A.N.A.S. Veneto

Associazione Nazionale Azione Sociale

 

News

4 novembre a Villafranca (VR): alla cerimonia Sindaco, Comandante 3° Stormo e Portavoce ANAS Veneto.

 

5/11/2019

 

Lunedì 4 novembre 2019 si è svolta la consueta celebrazione di commemorazione della fine della Prima Guerra Mondiale. La manifestazione, nella quale si è vista la partecipazione un po’ di tutto il paese e gli Enti presenti nel Comune, ha visto quest’anno un ruolo preminente del 3° Stormo A.M. con una folta rappresentanza ed un Picchetto Armato a rendere onore ai caduti.

 

Tra le autorità un gruppo nutrito dell’amministrazione comunale con in testa il Sindaco Roberto Dall’Oca, il vicesindaco Francesco Arduini e il Presidente del consiglio comunale Lucio Cordioli, oltre a tutta la giunta e vari consiglieri. Non potevano mancare soprattutto le Associazioni Italiane d’Arma tra le quali quelle degli Alpini, presenti anche Carabinieri, Gurdia di Finanza e Polizia di Stato. Hanno presenziati inoltre rappresentanti delle associazioni di volontariato e culturali con la presenza, a dare lustro, del Portavoce regionale ANAS (Ass. Naz. Azione Sociale) Francesco Bitto e del Presidente del Comitato Biblioteca di Villafranca Renzo Campo Dell’Orto.

 

La manifestazione si è snodata per le vie del centro partendo dalla Stazione Ferroviaria per poi fermarsi a depositare corone ai monumenti terminando attorno al Obelisco dei Caduti in Piazza Giovanni XXIII. Una nota di colore l’hanno data i ragazzi delle scuole di Villafranca presenti con un rappresentanza numerosa di vari istituti del villafranchese.

 

I saluti finali affidati al Comandante del Terzo Stormo Col. Francesco De Simone e al Sindaco Roberto Dall’Oca. Insomma una giornata di festa per non dimenticare il passato.

"Solidarietà con te" a dare lustro il Procuratore Militare Stanislao Saeli e Gianpietro Ghidini, alla serata ANAS.

 

20/10/2019

Dal Procuratore Militare Stanislao Saeli alll’assessore al Sociale Merlini di Vigasio, dal Presidente ASFA Flavio Bertaiola al sindaco di Vigasio Tosi, tutti uniti all’insegna della solidarietà. Tutto esaurito anche quest’anno, il 16 ottobre 2019, alla serata ANAS alla Fiera della Polenta, i quasi 200 posti messi a disposizione dalla Vigasio Eventi per la serata dei premi solidarietà ANAS Veneto 2019 sono stati coperti fino all’ultimo. Ormai è divenuto un appuntamento fisso della Fiera della Polenta l’evento "Solidarietà con te" alla sua sesta edizione, l’Associazione Nazionale di Azione Sociale con questo evento riesce ad accomunare varie anime del volontariato e portare nella stessa serata realta anche musicali a contorno dell’evento.

La sede Veronese dell’Ente del Terzo Settore ANAS, seguita dal Presidente Giampietro Bertasi, ha raggiunto grandi risultati in questi anni sotto il profilo del volontariato ma non disdegna appuntamenti conviviali sempre e comunque a sfondo sociale. "Anche quest’anno si è voluto dare grande rilievo a chi si è distinto nel territorio scaligero ma non sono mancati personaggi di profilo nazionale che hanno dato lustro all’Evento" spiega il Portavoce Regionale di ANAS Dr. Francesco Bitto, ecco i premiati: Presidente Provinciale ANIOC Cav Giuliano Bissolo, D.ssa Silvana Mecchi Presidente Ass. Naz. Farfalle, Gianpietro Ghidini Fondatore Ass. Pesciolino Rosso, promotrice progetto "Forza è Curabile" Cristina Gamba, al Presidente Prov. Carristi Col. C. Napoleone Puglisi, Vicepresidente AVISL(Vittime della Strada e del lavoro) Patrizia Pisi, ideatore progettto "L’amore Veste la pace" Nicola Paparusso e Mariutou Dione, ex Presidente Circolo Noi Vigasio e impegnato nel sociale con Progetto N-Joy Denis Zorzi.

Insomma una serata ricca di emozioni accompagnati dal coro Alpini San Maurizio di Vigasio e dalle note delle giovani promesse della band villafranchese "Street Siders Band". Alla serata hanno partecipato varie autorità da tutta la provincia: il Procuratore Militare di Verona Dr. Stanislao Saeli, la referente Cittadinanza e legalità MIUR VR Dott.ssa Anna Lisa Tiberio, il Presidente Presidente Provinciale di ASFA (Associazione donatori di sangue San Francesco D’assisi) Flavio Bertaiola, la Presidente dell’associazione Le.Viss. (Leucemia Vissuta) D.ssa Graziella Bazzoni, al Sindaco Eddi Tosi e gli Assessori Merlini e Campedelli del Comune di Vigasio. 

 

La solidarietà corre per le strade veronesi con A.N.A.S., Le.Viss. e Hostaria

8/10/2019

Finalmente siamo giunti alle porte dell’evento sportivo Rally 2 Valli che si terrà nei giorni dell’11 e 12 ottobre tra i colli veronesi! Ed anche quest’anno l’associazione A.N.A.S. Verona Est ha voluto apportare il suo contributo scegliendo di sostenere l’associazione Le.Viss, Leucemia Vissuta, operante da anni nel territorio Veronese per insegnare e divulgare la cultura al “dono del midollo osseo”.  La macchina in gara, condotta da Paolo Rossignoli, Vicepresidente di A.N.A.S. Verona Est, nonché pilota della Best Racing Team, vedrà un equipaggio interamente appartenente anche all’Autoclub Nazionale Forze di Polizia.   Tante associazioni, quindi, unite per esprimere vicinanza a chi vive di speranza nei reparti di ematologia. Ma tale vicinanza di cuore troverà anche dei risvolti concreti: con l’aiuto degli sponsors che hanno permesso a tale equipaggio di partecipare all’evento sportivo, l’associazione A.N.A.S. Vr Est riuscirà a destinare una quota del ricavato alla stessa Le.Viss. per sostenerla nei suoi progetti di volontariato attivo presso il reparto di ematologia del Polo Ospedaliero di Verona; ma non solo! 

Con la disponibilità degli organizzatori dell’evento Hosteria Verona che si terrà nei giorni 11, 12 e 13 ottobre nelle vie del centro storico di Verona, sarà effettuata presso tutti i 50 stands enogastronomici, la “raccolta dei tappi di sughero” da cui la stessa Le.Viss. ( sulla base di un accordo con Amia VR) potrà ricavare i fondi da reinvestire nella ricerca,  e nella sensibilizzazione presso le scuole per far conoscere tale malattia, il suo iter di cura, l’importanza dell’atto di donazione delle cellule emopoietiche e dell’inserimento nell’apposito registro donatori (età e condizioni). 

“Vi aspettiamo quindi tra i colli ed in città per sostenere tutti quelli che hanno una “gara” da intraprendere e da vincere” dichiara la Presidente di ANAS Verona Est.

 

Silvia Sambin

Con Aiello e ANAS "Il suono del rispetto" varca i confini provinciali.

 

24/09/2019

 

Proiettato sul grande schermo, in prima assoluta, la sera di giovedì 19 settembre presso il teatro parrocchiale di Roncà, in provincia di Verona, "Il suono del Rispetto" ha incantato una platea gremita giunta per l’occasione. Il film, patrocinato dal Comune di Roncà, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Montecchia e Roncà, con la parrocchia e con l’associazione ANAS sede Verona Est, è stato scritto e realizzato dagli allievi della scuola secondaria di primo grado nell’a.s. 2018-19, per la regia del prof. Salvatore Aiello, esperto di Cinema fatto a Scuola, e grazie al coordinamento delle attività della prof. Luisa Gromeneda. Il cortometraggio, a partire da uno spunto derivato dalla lettura del testo di Gianpaolo Trevisi "L’amore che non è", affronta con delicatezza il tema del rispetto di genere che diventa riflessione sul rispetto della persona nella sua totalità. Entusiasmo, impegno, sinergia di forze, apertura al territorio alcune delle parole usate per introdurre il cortometraggio, alla cui visione è seguita una brevissima performance degli allievi che, sulle note della colonna sonora del film, suonate dal vivo da Silvia Sambin (presidente ANAS Verona Est), hanno ripercorso le diverse fasi ed il senso profondo dell’esperienza fatta. Significative le parole del Dirigente Scolastico, dott. Claudio Fregni, che ha voluto sottolineare l’alto valore educativo e formativo dell’attività e pregne di significato quelle spese dalla Dott.ssa Laura Donà, Coordinatrice del Servizio ispettivo e Dirigente Tecnico dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, che ha parlato di cultura, coesione sociale e di autentico "Compito di realtà", in cui gli allievi sono chiamati a mettere insieme "il sapere, il saper fare e il saper essere", arrivando, con tenacia, coraggio e forza di volontà all’acquisizione di vere e proprie competenze. Presenti all’evento, oltre a vari amministratori locali, il Portavoce Regionale ANAS Dr. Francesco Bitto ed altre personalità del mondo del volontariato come la D.ssa Graziella Bazzoni Presidente di Le.Viss. (Ass. Leucemia Vissuta). 

Cambio alla guida di ANAS Villafranca. Gianfranco Chiaramonte eletto nuovo Presidente.

 

13/09/2019

 

Dopo quattro anni di mandato Ivano Baldan passa la mano ad un nuovo Presidente, si è svolta nei giorni scorsi l’assemblea dell’associazione ANAS sede di Villafranca di Verona che ha sancito il passaggio ad una nuova presidenza, infatti alla guida dell’Ente del Terzo settore, che si occupa del primo Comune della provincia dopo Verona in termini di abitanti, è stato eletto Gianfranco Chiaramonte. Nei quattro anni di mandato Baldan la sede periferica dell’Associazione nazionale di azione sociale a Villafranca, oltre ad aver sostenuto più volte le associazioni del territorio con contributi e donazioni, ha proposto tante attività che sono andate dai convegni sulla legalità (di recente un convegno sulla ‘ndrangheta) e su varie tematiche sociali, agli interventi nelle scuole del circondario per la campagna contro l’alcolismo giovanile in collaborazione con gli alcolisti anonimi, intervenendo nell’organizzazione di eventi con sfondo sociale dove spicca un concerto di beneficenza di rilevanza in collaborazione con la Provincia di Verona, la Rete Cittadinanza e Costituzione del MIUR veronese ed a favore delle vittime del Terremoto del 2016.

 

Il Portavoce regionale dell’Ente Francesco Bitto, presente al cambio della guardia, si dice soddisfatto della scelta, dichiarando: "Gianfranco Chiaramonte è persona retta e di esperienza, sono certo che farà bene come lo ha fatto Ivano Baldan nel suo mandato che ringrazio vivamente, a nome mio e della Direzione regionale, per l’impegno fin qui posto in essere e per le attività svolte con grande sacrificio da lui e da tutti i volontari che fin oggi hanno collaborato a Villafranca".

 

Governo Pd 5 stelle? A noi non interessa, noi vogliamo chiarezza nel sociale.

 

21/8/2019

 

Dopo la crisi di Governo che ha trovato ieri il suo punto di non ritorno si profilano le consultazioni per oggi pomeriggio. Non si conoscono ancora i tempi del riassetto dell’esecutivo ma tutti sperano in una veloce risoluzione in modo da poter dare equilibrio alle istituzioni. In tutto ciò ci si chiede cosa accadrà dell’agenda del governo Conte - Lega - 5 Stelle. Un’incognita non da poco viste le scadenze che attanagliano le istituzioni della Repubblica e i propositi normativo-strutturali che stavano vedendo la luce proprio nel Governo ormai tramontato.

In tutto ciò interviene a gran voce il Portavoce regionale dell’Ente Terzo Settore A.N.A.S. Francesco Bitto che sentito ha dichiarato “Mi chiedono se gradiremmo un governo PD - 5 Stelle io rispondo che si deve fare in fretta per il bene degli italiani, e per quanto riguarda il terzo settore, per il bene di migliaia associazioni che pendono dai decreti attuativi che sono previsti dalla Dlgs 117/17 che, con questo stallo, si sono arenati nella palude di una crisi importante e non di facile conclusione” e continua “ ci affidiamo al Presidente Mattarella affinché dia celere risoluzione a questo momento di  impasse, al fine di non far crollare il mondo del sociale in un’indeterminatezza altamente penalizzante per chi lo dirige e di riflesso per gli operatori del settore…. noi vogliamo chiarezza”

 

 

 

Un viaggio culturale. Dal Veneto al Giappone con un occhio al volontariato.

 

18/8/2019

 

A volte ci chiediamo se vale la pena fare migliaia di chilometri per raggiungere località lontane dalla nostra amata Italia, con tutte le bellezze che riserva lo "stivale"…ebbene si ne vale la pena. Viaggiare e conoscere culture diverse dalle nostre è un valore aggiunto per tutti, per tanti motivi: per conoscere la storia, per capire meglio chi sta vicino a noi e deve essere integrato, per comprendere da dove l’umanità sia partita dove oggi è arrivata e magari dove potrà arrivare tra pochi decenni. In tutto ciò le passioni non sono da tralasciare, e chi dell’aiuto agli altri ne fa una passione non può certo abbandonare i propri interessi mentre è in vacanza… Diciamo ciò prendendo spunto da una foto che ci ha inviato un volontario dell’Associazione nazionale di azione sociale ANAS (Mirko Adami Nella foto)  che in vacanza in Giappone ha indossato fiero la propria maglia da volontario per far comprendere quanto sia legato alla propria mission e, magari, essere d’esempio a tutti coloro che ancora non si sono accostati a questo mondo fatto di sacrificio, passione e con un proposito chiaro: aiutare gli altri. L’umiltà dei pochi può smuovere le coscienze dei tanti? Noi crediamo di si.

  

Redazione Veneto

Nadia Toffa ci ha lasciato. Le Iene piangono la loro inviata.

 

13/8/2019

 

Dopo una lunga lotta contro il cancro Nadia Toffa ci ha lasciato, a darne notizia via social è proprio la pagina ufficiale de Le Iene che ha dato l’annuncio dove si legge “Hai combattuto a testa alta, col sorriso, con dignità e sfoderando tutta la tua forza, fino all’ultimo, fino a oggi”. L’associazione ANAS Veneto è vicino alla famiglia esprimendo il proprio cordoglio oltre che ai familiari anche agli amici del programma Le Iene che hanno fatto del giornalismo d’inchiesta una ragione di vita che Nadia ha cercato sempre di perseguire fino in fondo. Ti lasciamo riconrdando la frase che forse in questi mesi ha identificato di più la tua caparbietà verso chi ti stava togliendo tutto… “Non bisogna vergognarsi di guardarlo in faccia e chiamarlo per nome il bastardo, che magari si spaventa un po’ se lo guardi fisso negli occhi”. Addio grande donna riposa in pace.

Le linee guida per il bilancio sociale per gli Enti di Terzo settore approvate. Bitto: altri nodi sono ancora da sciogliere e chiarire.

 

12/8/2019

 

Dopo la riforma del Terzo Settore intervenuta con il Decreto Legislativo n.117 a luglio dell’anno 2017 si attendeva un chiarimento, premesso e previsto nella stessa norma, per fare chiarezza su come e quando le nuove figure del sociale, che hanno reso “sorpassate” le ONLUS, e cioè gli Enti del Terzo Settore, dovevano fotografare i propri conti. Finalmente Il decreto dello scorso 4 luglio promosso dal ministero delle Politiche sociali e del lavoro per l'adozione delle Linee guida per la redazione del bilancio sociale degli Enti del Terzo settore è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale ed è quindi efficace a tutti gli effetti. Ad intervenire sul tema è Francesco Bitto  il Portavoce Regionale dell’Ente del Terzo Settore ANAS Veneto (Associazione Nazionale di Azione Sociale) che in una nota dichiara “Esprimo il mio più vivo apprezzamento per una norma attesa che potrà far diradare sempre di più le nuvole di indeterminatezza che gravitano sopra le teste di chi deve gestire gli Enti ETS e lo vuole fare al meglio senza incappare in problemi non voluti. Serviva chiarezza ed in parte è arrivata ma non basta perché altri nodi sono ancora da sciogliere e chiarire visto che devono essere emanati numerosi provvedimenti attuativi.”

 

 

Ecco il link da cui scaricare il testo: https://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2019-08-09&atto.codiceRedazionale=19A05100&elenco30giorni=false

A.N.A.S. e “GIVE ME FIVE” binomio di sport e solidarietà in ricordo di Mancini.

 

15/6/2019

 

15 Giugno 2019 . . . si riaprono le porte dello Stadio “Remo Soave” di Nogara (VR) per ospitare il secondo “Memorial FRANCO MANCINI” . . . il torneo a scopo benefico in due giornate in ricordo del portiere di Foggia, Napoli, Bari, Matera . . . tra le altre squadre . . . scomparso prematuramente.

Tutto nasce nel 2018 come una sfida . . . un impegno per sostenere l’Associazione GIVE ME FIVE . . . associazione nata a sostegno di Fiori Blu per la fondazione Hollman di Padova, centro che aiuta i bambini affetti da disabilità visiva . . . come la piccola Aurora nata prematura e ospedalizzata per sei mesi ma uscita vincitrice con la sola disabilità visiva . E’ proprio Aurora lo stimolo per l’impegno della GIVE ME FIVE e grazie ad alcuni amici, primo tra tutti Dario Sottovia, parte la corsa alla solidarietà e anche per quest’anno i calciatori non fanno mancare il loro apporto . . . sia per aiutare la piccola Aurora e il centro che la sostiene, sia per ricordare l’indimenticato FRANCO MANCINI .

Tra i presenti di questa edizione spiccano i nomi di Andrea Seculin, attuale portiere del Chievo Verona, Simone Salviato, Felipe Sodinha, Kevin Varas, Johad Ferretti, Andrea Nalini, Dario Sottovia, Alessio Sottovia che si affronteranno in un quadrangolare di calcio per promuovere una raccolta fondi in favore dell’Associazione GIVE ME FIVE . . . nonché di Vito e Francesca Mancini per ricordare il compianto calciatore . . . che hanno voluto onorarci della loro presenza dalla lontana Matera e il ciclista campione olimpionico Elia Viviani. A presentare la due giorni nogaresi Giorgia Capaccioli, modella milanese e “volto” di TeleLombardia. L’intero ricavato della manifestazione su volontà del neopresidente ANAS Bonavigo Giovanna Rossi e di tutto il direttivo sarà devoluto dall’A.N.A.S. Associazione Nazionale di Azione Sociale – Zonale di Bonavigo (VR), organizzatrice della manifestazione, all’Associazione GIVE ME FIVE . . . . Durante la manifestazione sarà ricordato il portiere FRANCO MANCINI con la consegna di un riconoscimento al portiere Andrea Seculin.

 

Alla manifestazione saranno presenti le autorità locali e per l’occasione il Portavoce Regionale Veneto ANAS Francesco Bitto nonché i rappresentanti della GIVE ME FIVE a cui verrà consegnato il ricavato della manifestazione. Saranno presenti a corollario della manifestazione altre associazioni di Promozione Sociale per la presentazione dei rispettivi progetti sociali.

L’associazione ANAS Veneto premiata per i percorsi di legalità nelle scuole veronesi.

 

31/5/2019

 

Si è svolta nella serata di ieri nella splendida cornice del teatro "Alida Ferrarini" di Villafranca di Verona, piena in ogni ordine di posto, la serata di Gala dove sono stati consegnati i riconoscimenti al termine dei progetti "Segni parole immagini per la legalità" e "Festival cortometraggi nelle scuole", progetti patrocinati del Miur e Mibac e dalla Rete Cittadinanza Costituzione e Legalità (rete che riunisce più di 50 scuole della provincia di Verona). Tra i premiati anche alcune associazioni del mondo del volontariato come l’associazione Le.Viss. (Leucemia Vissuta) rappresentata dalla Dott.ssa Bazzoni, l’associazione Casa di Deborha (famiglie per la Famiglia) e l’Ente del Terzo Settore ANAS Veneto (Associazione Nazionale di Azione Sociale). ANAS ha ricevuto il riconoscimento per i percorsi di legalità svolti nelle scuole scaligere già dal 2014 cono vari progetti dove spicca su tutti il progetto contro le dipendenze che in questi anni ha toccato più di 7000 alunni di Verona e provincia. A ritirare il riconoscimento per ANAS il Presidente Giampietro Bertasi e il Portavoce Regionale Francesco Bitto che nei ringraziamenti ha dichiarato "In questi anni abbiamo conosciuto persone straordinarie che danno tutto per i ragazzi, persone come la Dott.ssa Tiberio i dirigenti Bonini e Minozzi, il Prof. Di Nallo del MIUR e tanti altri".

 

Presenti molte autorità locali compreso il Sindaco di Villafranca Roberto Dall’Oca e rappresentanti di autorità COMTINUA A LEGGERE

ANAS: tra innovazione e riforma del terzo settore riuniti i referenti regionali del nord Italia.

 

15/4/2019

 

Si è svolto ieri il congresso dell’ANAS (Associazione Nazionale di Azione Sociale) secondo il calendario dei lavori sul tema del terzo settore con i referenti regionali dell’Ente. Il congresso che si è svolto nei locali della sede Regionale della Lombardia sita in via P.E. Taviani n. 14 a Pozzo D’Adda, dopo i saluti delle Presidenze della Lombardia, dell’Emilia Romagna, del Piemonte, del Veneto e del Friuli Venezia Giulia si è entrato nel vivo dei lavori. La relazione introduttiva è stata tenuta dal portavoce nazionale che ha portato anche i saluti della presidenza nazionale, subito dopo la relazione introduttiva si è passati ai temi all’ordine del giorno. Tra i principali punti è stato esaminata e discussa la riforma del terzo settore ed in particolare gli adempimenti che dovranno porre in essere gli affiliati per adeguare lo statuto alla riforma. Successivamente si è parlato degli adempimenti fiscali e degli obblighi previsti dalla legge sia per i presidenti delle associazioni di primo livello che per quelle di secondo. In particolare è stata illustrata la gestione e controllo, con riferimento alla tenuta dei libri sia contabili che sociali (Assemblea, direzione, revisore ed organo di controllo), alla redazione del bilancio ed agli adempimenti conseguenziali.

 

A rappresentare il Veneto il Portavoce regionale Francesco Bitto che, coadiuvato da Mirko Adami della sede ANAS Villafranca, ha illustrato le attività poste in essere dalle sedi ANAS nel proprio territorio e portato i saluti della presidenza regionale.

 

 

ANAS Veneto per la festa della donna parla di ‘Ndrangheta a Villafranca e delle donne che l’hanno contrastata.

 

8/3/2019

 

Radici e ali, tradizione e cultura, ritualità ed intelligenza, queste le antitesi messe minuziosamente in evidenza dallo storico ricercatore giornalista e scrittore dott. Ernesto Francia durante la presentazione del suo libro presso l’Auditorium di Villafranca di Verona la sera lo scorso 6 marzo. A condurla magistralmente, attraverso un interessante dialogo/intervista, il giornalista Roberto Zoppi.

Un libro inusuale, non scrivibile da chiunque, perché mette in discussione la sacralità delle tradizioni della terra natia, le strade intraprese da amici con cui si è cresciuti, i valori e le modalità con cui la famiglia stessa educa i propri figli. Una discesa agli inferi, senza paura però. Perché se anche solo Francia avesse mostrato un minimo di titubanza sarebbe caduto nell’errore di omettere dettagli e passaggi importanti. La forza invece gliel’hanno data i fatti, innegabili fatti e processi che, con il loro cruento manifestarsi, hanno dato la possibilità all’autore di raccontarli con verità e spietatezza. Parole, strumenti, comportamenti, nomi, date, una serie infinita di elementi che diventano l’essenziale chiave di lettura di un sistema molto subdolo, articolato e costruito. Essendo metà calabrese e metà siciliano, Ernesto Francia è riuscito a spiegare le differenze tra l’ ‘Ndrangheta, Cosa Nostra e Camorra , facendo emergere degli aspetti determinanti per poter capire gli assetti interni e fondanti di queste organizzazioni criminali.

Punto focale e centrale dell’ ‘Ndrangheta, l’origine e la fine di tutto CONTINUA A LEGGERE

ANAS al fianco dell’associazione Carristi di Verona in Prefettura per presentare una mostra. "Dalla piccola alla grande storia: memorie del secolo breve".

 

5/03/2019

 

Sembra sempre circoscritta la storia che si cela dietro ad un ennesimo reperto storico; esso infatti può essere visto come un semplice oggetto che ha bisogno di essere pulito, datato, ricondotto al luogo d’origine e alle modalità di utilizzo. Di poca importanza potrebbe sembrare a chi apparteneva e perché. Ed invece l’enorme lavoro, il vero lavoro che va fatto nel momento in cui abbiamo la fortuna di avere tra le mani un pezzetto di storia, è di capirne la sua vera importanza e vita. Ed è questo che si sono proposti di fare gli studenti del Liceo Maffei nel realizzare la mostra che sarà visitabile dal 27 febbraio al 14 marzo presso la Loggia della Prefettura di Verona.

 

Come ha sapientemente spiegato il dott. Stefano Guderzo, direttore del museo delle forze armate 1914-1945 di Montecchio Maggiore, se parliamo di Storia, della "Grande Storia", questa si rivelerà CONTINUA A LEGGERE

Per controllare l'archivio news CLICCA QUI

Brevi

 È aperto il tesseramento ANAS Veneto anno 2019

Per sapere come diventare socio ANAS Veneto clicca qui