A.N.A.S. Veneto

Associazione Nazionale Azione Sociale

 

News

Un viaggio culturale. Dal Veneto al Giappone con un occhio al volontariato.

 

18/8/2019

 

A volte ci chiediamo se vale la pena fare migliaia di chilometri per raggiungere località lontane dalla nostra amata Italia, con tutte le bellezze che riserva lo "stivale"…ebbene si ne vale la pena. Viaggiare e conoscere culture diverse dalle nostre è un valore aggiunto per tutti, per tanti motivi: per conoscere la storia, per capire meglio chi sta vicino a noi e deve essere integrato, per comprendere da dove l’umanità sia partita dove oggi è arrivata e magari dove potrà arrivare tra pochi decenni. In tutto ciò le passioni non sono da tralasciare, e chi dell’aiuto agli altri ne fa una passione non può certo abbandonare i propri interessi mentre è in vacanza… Diciamo ciò prendendo spunto da una foto che ci ha inviato un volontario dell’Associazione nazionale di azione sociale ANAS (Mirko Adami Nella foto)  che in vacanza in Giappone ha indossato fiero la propria maglia da volontario per far comprendere quanto sia legato alla propria mission e, magari, essere d’esempio a tutti coloro che ancora non si sono accostati a questo mondo fatto di sacrificio, passione e con un proposito chiaro: aiutare gli altri. L’umiltà dei pochi può smuovere le coscienze dei tanti? Noi crediamo di si.

  

Redazione Veneto

Nadia Toffa ci ha lasciato. Le Iene piangono la loro inviata.

 

13/8/2019

 

Dopo una lunga lotta contro il cancro Nadia Toffa ci ha lasciato, a darne notizia via social è proprio la pagina ufficiale de Le Iene che ha dato l’annuncio dove si legge “Hai combattuto a testa alta, col sorriso, con dignità e sfoderando tutta la tua forza, fino all’ultimo, fino a oggi”. L’associazione ANAS Veneto è vicino alla famiglia esprimendo il proprio cordoglio oltre che ai familiari anche agli amici del programma Le Iene che hanno fatto del giornalismo d’inchiesta una ragione di vita che Nadia ha cercato sempre di perseguire fino in fondo. Ti lasciamo riconrdando la frase che forse in questi mesi ha identificato di più la tua caparbietà verso chi ti stava togliendo tutto… “Non bisogna vergognarsi di guardarlo in faccia e chiamarlo per nome il bastardo, che magari si spaventa un po’ se lo guardi fisso negli occhi”. Addio grande donna riposa in pace.

Le linee guida per il bilancio sociale per gli Enti di Terzo settore approvate. Bitto: altri nodi sono ancora da sciogliere e chiarire.

 

12/8/2019

 

Dopo la riforma del Terzo Settore intervenuta con il Decreto Legislativo n.117 a luglio dell’anno 2017 si attendeva un chiarimento, premesso e previsto nella stessa norma, per fare chiarezza su come e quando le nuove figure del sociale, che hanno reso “sorpassate” le ONLUS, e cioè gli Enti del Terzo Settore, dovevano fotografare i propri conti. Finalmente Il decreto dello scorso 4 luglio promosso dal ministero delle Politiche sociali e del lavoro per l'adozione delle Linee guida per la redazione del bilancio sociale degli Enti del Terzo settore è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale ed è quindi efficace a tutti gli effetti. Ad intervenire sul tema è Francesco Bitto  il Portavoce Regionale dell’Ente del Terzo Settore ANAS Veneto (Associazione Nazionale di Azione Sociale) che in una nota dichiara “Esprimo il mio più vivo apprezzamento per una norma attesa che potrà far diradare sempre di più le nuvole di indeterminatezza che gravitano sopra le teste di chi deve gestire gli Enti ETS e lo vuole fare al meglio senza incappare in problemi non voluti. Serviva chiarezza ed in parte è arrivata ma non basta perché altri nodi sono ancora da sciogliere e chiarire visto che devono essere emanati numerosi provvedimenti attuativi.”

 

 

Ecco il link da cui scaricare il testo: https://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2019-08-09&atto.codiceRedazionale=19A05100&elenco30giorni=false

A.N.A.S. e “GIVE ME FIVE” binomio di sport e solidarietà in ricordo di Mancini.

 

15/6/2019

 

15 Giugno 2019 . . . si riaprono le porte dello Stadio “Remo Soave” di Nogara (VR) per ospitare il secondo “Memorial FRANCO MANCINI” . . . il torneo a scopo benefico in due giornate in ricordo del portiere di Foggia, Napoli, Bari, Matera . . . tra le altre squadre . . . scomparso prematuramente.

Tutto nasce nel 2018 come una sfida . . . un impegno per sostenere l’Associazione GIVE ME FIVE . . . associazione nata a sostegno di Fiori Blu per la fondazione Hollman di Padova, centro che aiuta i bambini affetti da disabilità visiva . . . come la piccola Aurora nata prematura e ospedalizzata per sei mesi ma uscita vincitrice con la sola disabilità visiva . E’ proprio Aurora lo stimolo per l’impegno della GIVE ME FIVE e grazie ad alcuni amici, primo tra tutti Dario Sottovia, parte la corsa alla solidarietà e anche per quest’anno i calciatori non fanno mancare il loro apporto . . . sia per aiutare la piccola Aurora e il centro che la sostiene, sia per ricordare l’indimenticato FRANCO MANCINI .

Tra i presenti di questa edizione spiccano i nomi di Andrea Seculin, attuale portiere del Chievo Verona, Simone Salviato, Felipe Sodinha, Kevin Varas, Johad Ferretti, Andrea Nalini, Dario Sottovia, Alessio Sottovia che si affronteranno in un quadrangolare di calcio per promuovere una raccolta fondi in favore dell’Associazione GIVE ME FIVE . . . nonché di Vito e Francesca Mancini per ricordare il compianto calciatore . . . che hanno voluto onorarci della loro presenza dalla lontana Matera e il ciclista campione olimpionico Elia Viviani. A presentare la due giorni nogaresi Giorgia Capaccioli, modella milanese e “volto” di TeleLombardia. L’intero ricavato della manifestazione su volontà del neopresidente ANAS Bonavigo Giovanna Rossi e di tutto il direttivo sarà devoluto dall’A.N.A.S. Associazione Nazionale di Azione Sociale – Zonale di Bonavigo (VR), organizzatrice della manifestazione, all’Associazione GIVE ME FIVE . . . . Durante la manifestazione sarà ricordato il portiere FRANCO MANCINI con la consegna di un riconoscimento al portiere Andrea Seculin.

 

Alla manifestazione saranno presenti le autorità locali e per l’occasione il Portavoce Regionale Veneto ANAS Francesco Bitto nonché i rappresentanti della GIVE ME FIVE a cui verrà consegnato il ricavato della manifestazione. Saranno presenti a corollario della manifestazione altre associazioni di Promozione Sociale per la presentazione dei rispettivi progetti sociali.

L’associazione ANAS Veneto premiata per i percorsi di legalità nelle scuole veronesi.

 

31/5/2019

 

Si è svolta nella serata di ieri nella splendida cornice del teatro "Alida Ferrarini" di Villafranca di Verona, piena in ogni ordine di posto, la serata di Gala dove sono stati consegnati i riconoscimenti al termine dei progetti "Segni parole immagini per la legalità" e "Festival cortometraggi nelle scuole", progetti patrocinati del Miur e Mibac e dalla Rete Cittadinanza Costituzione e Legalità (rete che riunisce più di 50 scuole della provincia di Verona). Tra i premiati anche alcune associazioni del mondo del volontariato come l’associazione Le.Viss. (Leucemia Vissuta) rappresentata dalla Dott.ssa Bazzoni, l’associazione Casa di Deborha (famiglie per la Famiglia) e l’Ente del Terzo Settore ANAS Veneto (Associazione Nazionale di Azione Sociale). ANAS ha ricevuto il riconoscimento per i percorsi di legalità svolti nelle scuole scaligere già dal 2014 cono vari progetti dove spicca su tutti il progetto contro le dipendenze che in questi anni ha toccato più di 7000 alunni di Verona e provincia. A ritirare il riconoscimento per ANAS il Presidente Giampietro Bertasi e il Portavoce Regionale Francesco Bitto che nei ringraziamenti ha dichiarato "In questi anni abbiamo conosciuto persone straordinarie che danno tutto per i ragazzi, persone come la Dott.ssa Tiberio i dirigenti Bonini e Minozzi, il Prof. Di Nallo del MIUR e tanti altri".

 

Presenti molte autorità locali compreso il Sindaco di Villafranca Roberto Dall’Oca e rappresentanti di autorità COMTINUA A LEGGERE

ANAS: tra innovazione e riforma del terzo settore riuniti i referenti regionali del nord Italia.

 

15/4/2019

 

Si è svolto ieri il congresso dell’ANAS (Associazione Nazionale di Azione Sociale) secondo il calendario dei lavori sul tema del terzo settore con i referenti regionali dell’Ente. Il congresso che si è svolto nei locali della sede Regionale della Lombardia sita in via P.E. Taviani n. 14 a Pozzo D’Adda, dopo i saluti delle Presidenze della Lombardia, dell’Emilia Romagna, del Piemonte, del Veneto e del Friuli Venezia Giulia si è entrato nel vivo dei lavori. La relazione introduttiva è stata tenuta dal portavoce nazionale che ha portato anche i saluti della presidenza nazionale, subito dopo la relazione introduttiva si è passati ai temi all’ordine del giorno. Tra i principali punti è stato esaminata e discussa la riforma del terzo settore ed in particolare gli adempimenti che dovranno porre in essere gli affiliati per adeguare lo statuto alla riforma. Successivamente si è parlato degli adempimenti fiscali e degli obblighi previsti dalla legge sia per i presidenti delle associazioni di primo livello che per quelle di secondo. In particolare è stata illustrata la gestione e controllo, con riferimento alla tenuta dei libri sia contabili che sociali (Assemblea, direzione, revisore ed organo di controllo), alla redazione del bilancio ed agli adempimenti conseguenziali.

 

A rappresentare il Veneto il Portavoce regionale Francesco Bitto che, coadiuvato da Mirko Adami della sede ANAS Villafranca, ha illustrato le attività poste in essere dalle sedi ANAS nel proprio territorio e portato i saluti della presidenza regionale.

 

 

ANAS Veneto per la festa della donna parla di ‘Ndrangheta a Villafranca e delle donne che l’hanno contrastata.

 

8/3/2019

 

Radici e ali, tradizione e cultura, ritualità ed intelligenza, queste le antitesi messe minuziosamente in evidenza dallo storico ricercatore giornalista e scrittore dott. Ernesto Francia durante la presentazione del suo libro presso l’Auditorium di Villafranca di Verona la sera lo scorso 6 marzo. A condurla magistralmente, attraverso un interessante dialogo/intervista, il giornalista Roberto Zoppi.

Un libro inusuale, non scrivibile da chiunque, perché mette in discussione la sacralità delle tradizioni della terra natia, le strade intraprese da amici con cui si è cresciuti, i valori e le modalità con cui la famiglia stessa educa i propri figli. Una discesa agli inferi, senza paura però. Perché se anche solo Francia avesse mostrato un minimo di titubanza sarebbe caduto nell’errore di omettere dettagli e passaggi importanti. La forza invece gliel’hanno data i fatti, innegabili fatti e processi che, con il loro cruento manifestarsi, hanno dato la possibilità all’autore di raccontarli con verità e spietatezza. Parole, strumenti, comportamenti, nomi, date, una serie infinita di elementi che diventano l’essenziale chiave di lettura di un sistema molto subdolo, articolato e costruito. Essendo metà calabrese e metà siciliano, Ernesto Francia è riuscito a spiegare le differenze tra l’ ‘Ndrangheta, Cosa Nostra e Camorra , facendo emergere degli aspetti determinanti per poter capire gli assetti interni e fondanti di queste organizzazioni criminali.

Punto focale e centrale dell’ ‘Ndrangheta, l’origine e la fine di tutto CONTINUA A LEGGERE

ANAS al fianco dell’associazione Carristi di Verona in Prefettura per presentare una mostra. "Dalla piccola alla grande storia: memorie del secolo breve".

 

5/03/2019

 

Sembra sempre circoscritta la storia che si cela dietro ad un ennesimo reperto storico; esso infatti può essere visto come un semplice oggetto che ha bisogno di essere pulito, datato, ricondotto al luogo d’origine e alle modalità di utilizzo. Di poca importanza potrebbe sembrare a chi apparteneva e perché. Ed invece l’enorme lavoro, il vero lavoro che va fatto nel momento in cui abbiamo la fortuna di avere tra le mani un pezzetto di storia, è di capirne la sua vera importanza e vita. Ed è questo che si sono proposti di fare gli studenti del Liceo Maffei nel realizzare la mostra che sarà visitabile dal 27 febbraio al 14 marzo presso la Loggia della Prefettura di Verona.

 

Come ha sapientemente spiegato il dott. Stefano Guderzo, direttore del museo delle forze armate 1914-1945 di Montecchio Maggiore, se parliamo di Storia, della "Grande Storia", questa si rivelerà CONTINUA A LEGGERE

Collaborazione Comune e ANAS: incontro gratuito per i cittadini su fatturazione elettronica e Privacy a Povegliano.

 

18/2/2019

 

L’Ente del terzo settore ANAS parte anche a Povegliano e lo fa con una collaborazione con l’amministrazione in un tema annoso per i cittadini che hanno un attività commerciale: la fatturazione elettronica. Grazie all’assessore al commercio Sara Mazzi che ha pensato a quanto gravino le incombenze, anche economiche, che le aziende devono sanare nel porre in essere le nuove norme in materia di fatturazione, si è cercato di offrire un quadro sul tema con una serata esplicativa completamente gratuita. Per l’organizzazione della serata si è resa disponibile la sede ANAS Zonale Mozzecane – Povegliano (sede ANAS nata a Mozzecane ma che da pochi mesi si occupa anche del Comune di Povegliano), che con il Presidente neoeletto, Paolo Giusti, è riuscita ad organizzare per il 8 febbraio alle 20.30 un incontro sulla fatturazione elettronica e dopo pochi giorni un altro incontro, sempre gratuito, su altre incombenze che gravano sulle aziende, incombenze scaturite dal nuovo GDPR sulla Privacy, quest’ultimo incontro in programma il 22 febbraio sempre alle ore 20.30. Gli incontri sono attuati presso la sala civica Savoldo di Via C. Colombo nr.26 di Povegliano V.se. "Gli incontri sono aperti al pubblico e rivolti anche ai cittadini del circondario villafranchese" spiega Paolo Giusti.

 

Si aprono gli incontri dedicati alla giornata della memoria con ANAS presente.

 

27/01/2019

 

Sala gremita nella Biblioteca del primo Comune della provincia scaligera in termini di abitanti, Villafranca, per il primo degli incontri organizzati in ricordo della Shoah, lo sterminio del popolo ebraico, indicata il 27 gennaio quale data ufficiale dagli stati membri dell'ONU, e istituita già in Italia nell’anno 2000. La rappresentazione è stata una sorta di "pre view" sugli incontri organizzati in questi giorni e che ha riscosso molta adesione tra i cittadini villafranchesi. Lo spettacolo pensato dal neo-costituito comitato biblioteca guidato da Renzo Campo dell’Orto, affiancato in questa attività dall’assessorato alla cultura e all’istruzione, ha visto cimentarsi la nota attrice, della Compagnia teatrale "I Gutturni", Anna Paganini Bresaola magistralmente accompagnata dal alla chitarra da Francesco Bassi, in una serie di poesie e racconti alternati da brani musicali, il tutto per cercare di aprire una finestra tra lo sguardo dei presenti e i sentimenti provati da chi ha vissuto sulla propria pelle l’olocausto o chi ne ha narrato le vicende. Tra passaggi del Diario di Anna Frank, citazioni di Primo Levi e brani di Giorgio Gaber, le emozioni hanno lasciato incollati i presenti per quasi un’ora ad ascoltare la performance dell’attrice Paganini e del suo accompagnatore. Ad assistere alla rappresentazione, aperta con gli onori di cassa dal Presidente del Comitato Biblioteca, tanti rappresentanti comunali capitanati dal Sindaco Roberto Dall’oca e dell’assessore alla cultura, tra le promotrici dell’evento, Claudia Barbera. Rappresentanza forte del mondo del sociale con il Portavoce Regionale dell’Ente del Terzo Settore A.N.A.S. Francesco Bitto che ha voluto essere presente a questo primo incontro a Villafranca per poi proseguire in tutta la provincia. Tutte le autorità presenti fino all’ultimo minuto dell’evento a testimonianza della presa emotiva della rappresentazione che ha aperto gli incontri sul tema che saranno molteplici  e che si susseguiranno a ridosso della data del 27 gennaio.

 

Anas Villafranca e Bonavigo collaborano e arrivano i ringraziamenti di "Famiglie in Rete". 

 

22/01/2019

 

Le sedi dell’Associazione Nazionale di Azione Sociale della provincia scaligera fanno sinergia, ed è proprio da questa che è scaturita l’idea di aiutare un’associazione che da anni opera nel territorio villafranchese e che di aiuto ne ha bisogno come tutte le no profit che si autofinanziano e portano avanti progetti per la comunità solo con la forza delle proprie braccia. È l’associazione Famiglie in Rete di Villafranca che in occasione delle ultime festività si è vista recapitare numerosi giocattoli da utilizzare per le attività ludiche della struttura, una novità tanto inaspettata quanto gradita che è sfociata in un’accorata lettera di ringraziamenti che il Presidente di F.I.R. ONLUS ha rivolto alla sede Villafranchese dell’Ente del Terzo Settore ANAS di cui si riporta di seguito un passaggio:

 

"Gentile Associazione con la presente lettera intendo esprimere i più calorosi ringraziamenti per la collaborazione con la nostra associazione FAMIGLIE IN RETE di VILLAFRANCA con l’associazione A.N.A.S. Zonale Villafranca di Verona, che attraverso l’interessamento del Sig. BALDAN IVANO, si è fatto tramite per la donazione di materiale didattico e giochi per i nostri piccoli frequentatori dello spazio di accoglienza."

 

Plauso per l’attività posta in essere dalle sedi territoriali anche da parte del portavoce regionale ANAS Francesco Bitto (a sinistra nella foto con Baldan) che ha tributato i proprio personali ringraziamenti ai volontari che costantemente operano nei territori.

 

L'Associazione FAMIGLIE IN RETE ONLUS da diversi anni continua a leggere

 

È Natale anche per loro. ANAS al Reparto pediatria per dare conforto ai più piccoli.

 

26/12/2018

 

Era il Natale del 2017 quando la sede di Bonavigo (VR) dell’A.N.A.S. – Associazione Nazionale di Azione Sociale decide di far visita ai bambini del Reparto Pediatria dell’Ospedale di Legnago (VR). Grazie all’impegno della Direzione Sanitaria dell’Ospedale e dei responsabili del Reparto di Pediatria i volontari della sede A.N.A.S. di Bonavigo (VR) trascorrono un pomeriggio con gli ospiti del reparto consegnando dolci e fumetti per una pausa diversa.

Ma una visita estemporanea sarebbe rimasta solo un ricordo, bisognava dare un significato e un seguito a quella giornata. E così nello stesso giorno avviene l’incontro con Valentina, una fisioterapista del Reparto di Riabilitazione dell’età evolutiva che ci presenta un mondo che non conoscevamo. Un mondo in cui i bambini, molti dei quali affetti da patologie neurologiche, non sono ricoverati e quindi spesso dimenticati dalle diverse iniziative, ma che tutti i giorni, all’ultimo piano del blocco sud dell’Ospedale di Legnago (VR) si impegnano per migliorare le loro capacità motorie, un reparto che aiuta tanti piccoli eroi bisognosi di cure.Subito i contatti con la sede Regionale dell’A.N.A.S. Veneto e in pochi giorni il via libera per un progetto con il Reparto di Riabilitazione dell’età evolutiva di Legnago (VR), grazie al Presidente Regionale Bertasi Giampietro e al portavoce regionale Dr Bitto Francesco.

Continuano i contatti con Valentina e ...CONTINUA A LEGGERE  

 

Il volontariato veronese si spinge a Bruxelles con ANAS e ONE.

 

03/12/2018

 

Si è svolto lo scorso 26 novembre nel "Quartiere Europeo" di Bruxelles l’incontro tra il Portavoce Regionale Veneto di ANAS Francesco Bitto e Mattia Tosato giovane Ambasciatore di ONE Compaign, al fine di discutere del tema della povertà soprattutto minorile. Da uno studio pubblicato dall'ottavo "Atlante dell'Infanzia" di Save the Children qualche mese fa, richiamato anche dal Sole 24 ore e non solo, nel nostro Paese i minori in povertà assoluta sfiorano quota 1,3 milioni, cioè 1 bambino su 8, il 14% in più rispetto all’anno precedente, inoltre la povertà porta a bambini meno istruiti, infatti secondo i dati in Italia vivono 669.000 famiglie con minori in condizione di povertà assoluta che, una volta sostenuti i costi per la casa e per la spesa alimentare, possono spendere solo 40 euro per la cultura e 7,60 per l'istruzione al mese. Dai dati appena espressi, e lo scenario preoccupante che gli stessi prospetto, sono partiti Bitto e Tosato, per provare ad unire le proprie esperienze, cercando una sinergia volta altresì a sensibilizzare l’opinione pubblica, e magari governati sia nazionali sia europei, attraverso le strutture alle quali appartengono, con l’obiettivo di dare il proprio contributo alla problematica della povertà soprattutto minorile.

 

ANAS ormai da anni impegnata sia nel sostegno alimentare di famiglie in difficoltà sia in progetti con le scuole, ha molto caro il tema. Avendo acquisito un’esperienza ed un quadro generale, forte dell’opera delle sedi periferiche presenti in tutte le Regioni d’Italia, dove le sedi venete di ANAS sono state capofila con il progetto sull’alcolismo giovanile e le collaborazioni con gli istituti scolastici soprattutto nel veronese e nel trevigiano, l’Ente può dare il proprio contributo con attività volte a sanare la criticità in esame. 

 

ONE Compaign, in concomitanza, è da sempre in prima linea nell’attività che tocca il tema della povertà minorile, difatti anche di recente, il 16 ottobre scorso, alla vigilia della Giornata Internazionale per l’Eradicazione della Povertà, proprio Mattia Tosato, in qualità di Giovane Ambasciatore di ONE, veronese ma trasferitosi a Bruxelles già dal 2010, si è recato al Parlamento europeo con altri 30 giovani attivisti, dove ha incontrato eurodeputati di diversi gruppi politici. Tra questi Tosato ha incontrato gli Onorevoli Frank Engel e Jan Olbrycht del gruppo popolare europeo e gli Onorevoli Brando Benifei e Elly Schlein del Gruppo dei Socialisti & Democratici.


Il Portavoce regionale Veneto di ANAS Francesco Bitto ha dichiarato: "Sono piacevolmente stupito che un giovane trentenne veronese come Mattia abbia avuto la volontà di trasferirsi ormai da anni a Bruxelles per impegnarsi in un’emergenza sociale di respiro nazionale e internazionale. La tematica trattata con Tosato CONTINUA A ALEGGERE

Per controllare l'archivio news CLICCA QUI

Brevi

 È aperto il tesseramento ANAS Veneto anno 2019

Per sapere come diventare socio ANAS Veneto clicca qui

 

Video

Il Dr. Stanislao Saeli e il Dr. Antonio Lufrano (portavoce nazionale ANAS) parlano insieme di riforma della giustizia.

Conferenza stampa con Presidente Provincia Verona - Intervento  Portavoce ANAS Veneto su progetto contro violenza di genere.

Consegna premio Solidarietà ANAS 2018 al Prof.Salvatore Aiello

Servizio tg su Lady Rally ANAS e Auto Club Forze di Polizia contro violenza di genere.

Servizio tg su nuovo progetto sull'alcolismo di ANAS Veneto.

Serie A calcio femminile. Anas Veneto ancora in campo con AGSM Verona

Anas Veneto ospite alla trasmissione "2 Chiacchiere in Cucina"  ecco il video.

I bambini ANAS Veneto in campo con le giocatrici dell Verona calcio femminile.

Servizio del Tg sul progetto proposto da ANAS Veneto per contrastare l'uso di alcool tra i giovanissimi

Attività ed Eventi