A.N.A.S. Veneto

Associazione Nazionale Azione Sociale

 

News

Firmato in Gran Guardia il Manifesto per una Verona più accessibile.

 

15/10/2018

 

Un manifesto per rendere Verona una città a misura di tutti: è questa l’iniziativa presentata nel pomeriggio del 14 ottobre al Palazzo della Gran Guardia della città veneta, nell’àmbito del cnvegno intitolato Verona Città Accessibile: modelli di sviluppo economico e sociale, appuntamento annuale ormai fisso, organizzato da Progetto Yeah (ramo aziendale della Cooperativa Sociale Quid, specializzato nella fornitura di servizi per l’accessibilità e l’inclusione), con il patrocinio della Regione Veneto e del Comune di Verona. «Cosa si sta facendo per eliminare le barriere e migliorare l’accessibilità a Verona?»: sono partiti da questa domanda i promotori dell’iniziativa, spiegando che «questo convegno ha l’obiettivo di fare il punto sui progetti e le iniziative in corso, promuovendo la cultura dell’accessibilità e favorendo il confronto fra istituzioni, associazioni di persone con disabilità e realtà economiche. Nel corso del convegno l’Arch. Stefano Maurizio, illustrando i risultati del PEBA a Verona " (Piano di eliminazione delle barriere architettoniche) ha reso noto che nella città scaligera risultando ben 2300 punti di criticità a livello di barriere architettoniche, criticità, come è evidente, da sanare quanto prima. Proprio volto ad eliminare tali criticità, la firma del manifesto davanti ai presenti, da parte delle autorità, rappresentanti di associazioni e sponsor dell’iniziativa, è stata una presa di carico ognuno per il proprio ruolo al fine di rendere Verona uno modello di accessibilità per chi porta disabilità. A firmare il documento tra gli altri il Consigliere Regionale Stefano Valdegamberi, l’Avv. Michele Croce Presidente AGSM, Ing. Ilaria Segala Assessore all’Urbanistica e con delega alle barriere architettoniche del Comune di Verona, il Dr. Francesco Bitto Portavoce Regionale dell’Ente del Terzo Settore ANAS Veneto, Giulio Cavara Presidente Associazione Albergatori Veronesi, Marco Vesentini Presidente della Consulta delle Associazioni dei Disabili del Comune di Verona.

 

 

Lady Rally e ANAS Veneto, al "Due Valli" contro la violenza di genere a fianco del Auto Club Forze di Polizia.

 

9/10/2018

 

Presentata l’iniziativa il giorno 09 Ottobre 2018 ore 11.00 a mezzo di una conferenza stampa presso Sala Rossa (Palazzo Scaligero - via Santa Maria Antica 1 Verona) alla presenza di: Presidente della Provincia Antonio Pastorello, Portavoce Ufficiale Regione Veneto A.N.A.S. Dott. Francesco Bitto, l’ideatrice del progetto Dott.ssa Silvia Sambin, Fondatrici del gruppo Lady Rally Verona Sabrina Tumolo e Anna Dusi, del responsabile settore tecnico Safety Protection Simone Veronese e del rappresentante di Auto Club Nazionale Forze di Polizia Dott. Rossignoli Paolo. Anche quest’anno grazie all’aiuto di alcune aziende locali l’Auto Club Nazionale Forze di Polizia riuscirà a partecipare al "Rally Due Valli", valido per il campionato Italiano, organizzato da ACI e patrocinato dal Comune di Verona. In questa edizione l’iniziativa è finalizzata a far parlare di violenza di genere nella convinzione che qualsiasi luogo sia idoneo per poterne parlare sempre e comunque. Riteniamo infatti che la splendida vetrina offerta dal palco di arrivo allestito in Piazza Bra sarà un’ottima occasione per promuovere la nostra iniziativa caratterizzata dall’allestimento di uno stand in Piazza Bra adiacente al palco di arrivo della competizione il 13 Ottobre c.a.dalle 17.00 alle 19.00 dove verranno realizzate diverse attività tra le quali: la messa in vendita del libro "L’amore che non è" scritto dal Dirigente della Scuola di Polizia di Peschiera del Garda Dr. Giampaolo Trevisi il quale, aderendo alla nostra iniziativa, devolverà il ricavato al Centro Antiviolenza Casa PETRA. Allo Stand presenzieranno l’ideatrice del progetto, alcune rappresentanti del gruppo Lady Rally Verona, una rappresentante di A.N.A.S. Veneto (Associazione Nazionale Azione Sociale) ed il responsabile settore CONTINUA A LEGGERE

Il Comune tinge di rosa la chiesa di Dossobuono per A.I.R.C., A.N.A.S. e mondo scuola lo affiancano.

 

02/10/2018

 

"Con la prevenzione, di tumore al seno, si può e si deve guarire" queste le parole di Patrizia Peretti, rappresentante AIRC della sezione di Villafranca che ha aperto la cerimonia di accensione delle luci rosa che ieri sera hanno avvolto la chiesa di Dossobuono. L’amministrazione comunale di Villafranca aderisce così alla campagna di sensibilizzazione Nastro Rosa promossa da AIRC e ANCI, ad affiancarla in questo sia rappresentanti del mondo del volontariato, come l’Associazione Nazionale di Azione Sociale con il Portavoce regionale Francesco Bitto, sia rappresentanti del mondo scuola locale con la Presidente del Consiglio di Istituto di Dossobuono Sonia Granuzzo. Ad aprire la cerimonia, delegata dal Sindaco Dall’Oca, è stata l’assessore con delega alle pari opportunità Claudia Barbera che ha espresso vicinanza all’AIRC promotrice dell’iniziativa ed ha spiegato come l’amministrazione comunale abbia fortemente voluto aderire alla campagna Nastro Rosa che promuove la prevenzione contro il cancro. A parte la vicinanza all’iniziativa espressa dal III Stormo dell’Aeronautica Militare per il tramite di un rappresentante di sesso femminile, il Tenente Cristina Gallelli, è stata forte la presenza di vari esponenti dell’amministrazione comunale. Non sono voluti mancare alla cerimonia l’assessore al sociale Nicola Terilli, l’assessore all’Istruzione Anna Lisa Tiberio che ha preso la parola anche a nome del mondo scuola, l’assessore alle politiche giovanili Jessica Cordioli e i consiglieri Martina Pasetto e Andrea Pozzerle. Il portavoce ANAS Francesco Bitto ha ricordato come ANAS da sempre promuove attività in materia di prevenzione ricordando la collaborazione con l’associazione LEVISS (leucemia vissuta) e la recente iniziativa promossa proprio da ANAS Veneto a favore dei "Piccoli guerrieri" del Reparto oncologia dell’ospedale Borgo Roma, raccolta fondi che ha portato all’acquisto di un costoso macchinario ora in uso nel Reparto. …..Insomma tutti d’accordo e uniti nel segno della prevenzione.

 

Festa d’indipendenza del Messico rievocata a Verona, rappresentante ANAS Veneto incontra Console Generale.

 

17/9/2018

 

Rievocazione sentita e con presenza forte di istituzioni e mondo del sociale, in occasione della festa dell'Indipendenza del Messico (15 settembre 1810) rievocata a Verona. Il 15 settembre 2018 l'Associazione Messicana Cielindo Lindo di Verona, con la collaborazione di Adelino Fasoli da sempre vicino alla comunità messicana veronese, ha organizzato una rievocazione, ed in coincidenza una cena solidale, presso il teatro di San Giacomo. L’evento, di cui il ricavato sarà destinato ad aiutare i bambini colpiti da Hiv di città del Messico curati l'Associazione messicana La Casa De La Sal, ha visto la presenza del parlamentare veronese On. Maschio e dell’Assessore del Comune di Verona Padovani. Presente alla serata anche una rappresentante dell’Ente del Terzo Settore ANAS, Sabrina Pomari (Presidente della sede di Nogarole) che, delegata dal Portavoce Regionale Francesco Bitto, ha incontrato la Console Generale del Messico Dott.ssa Marisela Morales (a destra nella foto di fianco a Sabrina Pomari). L’associazione Nazionale di Azione sociale, come noto, interviene in anche in ambito internazionale, oltre ad aver fondato sedi in varie città oltre confine, proprio la sede veronese qualche anno fa ha attuato un progetto per aiutare i bambini meno fortunati di "Aguablanca" in Colombia, inoltre di recente il Portavoce Regionale veneto Bitto ha fatto parte di una delegazione europea che si è recata in Macedonia per l’emergenza migranti incontrando il Governo macedone e visitando il campo profughi di Chevghelia (al confine con la Grecia). "Questa è integrazione" dichiara Bitto "incontrarsi capirsi ed aiutarsi, questo è un chiaro esempio di come Verona accolga le comunità internazionali presenti nel proprio territorio e di come ci sia la volontà di integrare le proprie culture in modo pacifico e collaborativo, siamo a disposizione della comunità messicana, e non solo veronese ma su tutto il territorio nazionale, per attuare progetti di natura sociale che coinvolgano i nostri popoli".

 

Dal Parlamento ai Comuni passando per la Regione, dal sociale al mondo scuola, tutti presenti al taglio del nastro della Fiera del Riso. 

 

13/09/2018

 

Valorizzare sempre più i territori? É questa la parola d’ordine che dal primo giorno ha stimolato gli amministratori di Isola della Scala che, con un trend sempre in crescita, attraverso l’introduzione di varie novità, anno dopo anno, sono riusciti nell’intento di far divenire la Fiera del Riso ormai appuntamento irrinunciabile per i procacciatori del gusto veronesi…. ma non solo. Inaugurata ieri quindi la 52° edizione di quella che era partita cinquant’anni fa come una piccola sagra di paese e che invece lo scorso anno ha toccato i 500 mila visitatori, lo fa con grande presenza di autorità del territorio che sono andate dal Parlamento, con la presenza dell’On. Ciro Maschio (nella foto al centro ed al fianco degli assessori isolani Giordani e Clementi), a rappresentanti Regionali, per citarne alcuni l’Assessore Coletto e il consigliere regionale Stefano Casali. Presente anche l’amministrazione provinciale con il vicepresidente Caldana e una folta rappresentanza dei sindaci del territorio, tra gli altri Villafranca, Vigasio e Valeggio. Non sono mancati rappresentanti di altre istituzioni come le forze dell’ordine, il mondo dell’istruzione con Anna Lisa Tiberio referente Rete Costituzione e legalità MIUR Verona (nonché assessore all’istruzione del Comune di Villafranca) e Alessandra Malvezzi Dirigente dell’Enaip di Isola della Scala (nella foto di fianco all’On. Maschio), istituto legato alla manifestazione perché i ragazzi, del settore ristorazione dell’istituto stesso, forniscono il servizio in varie serate, in un momento formativo che crea la possibilità agli studenti di rapportarsi con le professionalità di Chef ed addetti ai lavori già affermati. A rappresentare il mondo del sociale tra gli altri il Presidente dell’Ente del Terzo Settore ANAS Verona (Assoc. Nazionale Azione Sociale) Giampietro Bertasi e il Portavoce regionale Francesco Bitto (a destra nella foto). Insomma l’amministrazione CONTINUA A LEGGERE

 

A.N.A.S. e Quotidiano Sociale scrivono all’Esecutivo e il Presidente del Consiglio Conte risponde di suo pugno.

  

05/07/2018

 

Non è da tutti i giorni ricevere un ringraziamento dal Presidente del Consiglio dei Ministri e l’A.N.A.S. e Quotidiano Sociale hanno avuto il piacere di riceverlo. All’insediamento dell’esecutivo del Governo guidato dal Prof. Conte, l’Associazione Nazionale di Azione Sociale e Quotidiano Sociale (giornale di livello nazionale fondato proprio da ANAS) hanno provveduto ad inviare una lettera al Presidente del Consiglio, con l’auspicio di un proficuo lavoro e con la prospettiva che il Terzo Settore abbia un ruolo di rilievo e un’attenzione particolare, visto il particolare momento storico in cui versa la nostra Nazione. Con grande soddisfazione, lo scorso 26 giugno, a rispondere alla missiva è stato il Presidente del Consiglio in persona, rispondendo di suo pugno, segno questo di grande considerazione nei confronti di un ente che conta tra le sue fila più di 160.000 tesserati in tutto il territorio nazionale.

 

Sentito nel merito il Portavoce Regionale ANAS per il Veneto, Francesco Bitto, lo stesso ha affermato "Il fatto che il Prof. Conte abbia voluto di suo pugno rispondere ad una nostra comunicazione è segno che l’attuale Esecutivo ha l’intenzione ... CONTINUA A LEGGERE

 

A.N.A.S. e Give Me Five in campo a Nogara per i bambini ipovedenti.

 

27/6/2018

 

A volte la solidarietà fa dei giri strani . . . per poi ritrovarsi tutti insieme per una bella giornata di sport e di solidarietà.

 

Era una grigia giornata di due settimane fa quando un amico mi raccontava di un gruppo di bambini di Padova . . . affetti da deficit visivo . . . ma che grazie all’Associazione FIORI BLU ONLUS di Padova riescono a vedere con il CUORE di chi tramite il volontariato dona loro momenti di gioia.

 

Ci chiedevamo cosa potessimo fare anche noi, A.N.A.S. Associazione Nazionale di Azione Sociale e GIVE ME FIVE (associazione di beneficenza che collabora con l’associazione FIORI BLU ONLUS di Padova). Si pensava ad una raccolta fondi ma non riuscivamo a capire cosa proporre a chi ci avrebbe aiutato . . . e all’improvviso abbiamo pensato ad una giornata di sport . . . diversa e che potesse avere la presenza di bambini e adulti tutti insieme per lo stesso fine. Poche telefonate e tutto era partito, Andrea e Christian a disposizione per sostenerci con le loro attività commerciali (Bar ed Osteria) e con i loro fondi, qualche calciatore contattato e senza domande ecco la disponibilità per essere presenti.

 

Mancava la disponibilità di un campo di calcio e di una struttura che potesse ospitarci . . . subito la di-sponibilità del Comune di Nogara (VR) e della società... CONTINUA A LEGGERE

 

Il Portavoce nazionale ANAS in visita in Veneto, incontra i presidenti del territorio a Villafranca di Verona.

 

23/6/2018

 

A seguito dell’ottimo lavoro svolto negli ultimi anni dalle sedi ANAS in Veneto, il Portavoce Nazionale ANAS Dr. Antonio Lufrano ha voluto fare visita a chi, nel territorio veneto, sviluppa per conto dell’Ente del Terzo Settore attività e progetti. Il Portavoce Regionale per il Veneto dell’Associazione Nazionale di Azione Sociale, Francesco Bitto, ha voluto che l’incontro si facesse a Villafranca primo Comune in termini di abitanti dopo quello di Verona e snodo importante per i progetti sociali che l’ANAS nei prossimi anni andrà a sviluppare nella provincia scaligera. Oltre alla visita è stato un momento di confronto e illustrazione di come è cambiato il quadro normativo a seguito della riforma del terzo settore avvenuta con il Dlgs. Nr.117/17, mezzo normativo tramite il quale le associazioni di livello nazionale sono state riconosciute come Enti del terzo settore. "ANAS con i molteplici accreditamenti a sua disposizione può spaziare in progetti di natura sociale in modo molto ampio ed efficace" dichiara Bitto e ancora "oggi gli Enti del Terzo settore, con la nuova riforma approvata lo scorso anno, sono stati posti, dal legislatore, al vertice di quelle che sono le associazioni certificate, in modo da operare con la massima trasparenza, in maniera incisiva nel territorio. Adesso sta ai volontari sfruttare il privilegio di essere all’interno di una struttura di livello come ANAS, volontari che fino ad oggi non hanno deluso le aspettative e che anche tra i vertici nazionali hanno trovato massima considerazione, ne è prova la presenza in Veneto del Portavoce Nazionale". All’incontro, insieme ai referenti territoriali, erano presenti, oltre al Presidente di ANAS Verona (sede regionale) Giampietro Bertasi, il Presidente della sezione ANAS Villafranca Ivano Baldan che ha fatto gli onori di casa, e il Presidente Provinciale ANAS Treviso Giovanni Paolo Pulella.

 

Anas ed Asfa due presidenti in una lista piena di "sociale" e senza politici.

 

07/06/2018

 

Le comunali del prossimo giugno 2018 sono alle porte e gli schieramenti che aspirano a gestire i Comuni che vanno al voto ricercano nuove figure per dare un cambio di marcia e linfa nuova nei consigli, così sta facendo il centrodestra di Villafranca di Verona traendo forze anche da chi del sociale ne ha fatto uno stile di vita. La lista civica "Villafranca Domani" si presenta per la prima volta a Villafranca e l’obiettivo è: dimostrare che non bisogna essere politici di professione per fare il bene della propria cittadina, ripetono alcuni candidati. Con una forte presenza del mondo del sociale e di estrazione di centrodestra moderato "Villafranca Domani", in supporto al candidato sindaco Roberto Dall’Oca, propone nomi conosciuti e meno ma da tempo impegnati in attività sociali, alcuni nomi: Flavio Bertaiola (Presidente Provinciale ASFA), Ivano Baldan (Presidente ANAS Villafranca nella foto a destra insieme a Bertaiola), Massimiliano Oliva (un passato nella protezione civile), Fabio Mazzi (del Direttivo ANAS Verona e membro del rinomato comitato Castel Bricon a Dossobuono di Villafranca), Luca Ceriani (un passato in UILDM oggi Direttivo di ANAS Villafranca), Paolo Giusti (Dirigente sportivo dilettantistico che segue progetti rivolti al mondo giovanile), Sabrina Pomari (da sempre impegnata in attività rivolte ai ragazzi, in campi scuola e Circolo Noi del circondario), assieme ad altri candidati che hanno operato nel sociale con vari altri ruoli. "Stiamo assistendo oggi ad un ricambio della classe politica nazionale ma questo ricambio deve necessariamente avvenire anche dal basso" ha dichiarato Francesco Bitto, Portavoce Regionale dell’associazione ANAS che sta seguendo da vicino gli esiti della lista perché appunto molto vicina al mondo del sociale, il Portavoce continua "la politica nei comuni piccoli è volontariato e il fatto che la lista Villafranca domani abbia molto di questo mondo al suo interno alla popolazione arriverà, sarà un messaggio chiaro per tutti, e per questo che sono certo questa lista sarà per i cittadini per gli addetti ai lavori una piacevole sorpresa". "Villafranca Domani" non ha una storia alle spalle nel villafranchese ma gode dell’appoggio dell’associazione politico-culturale "Verona Domani" associazione, quest’ultima, radicata in tutta la provincia scaligera (ed oltre), che sostiene appunto la neonata lista con un legame dato da valori moderati di centrodestra.

CONVEGNO "ASCESA E CREPUSCOLO DEI TEMPLARI NELLA CORNICE DEL MONACHESIMO MEDIEVALE"

 

07/05/2018

 

A.N.A.S. Veneto a seguito di input del Vice Presidente dell’A.N.A.S. di Treviso Giovanni Zipponi propone la partecipazione al convegno che si terrà sabato 12 maggio 2018, dalle ore 9:50 fino alle ore 12:50 presso "Sala G. Lazzati" del Palazzo delle Opere Sociali in Piazza Del Duomo ,2-Vicenza; in occasione del 900° anniversario (1128-2018) della creazione dell’Ordine dei Cavalieri del Tempio. L’ evento è aperto al pubblico e si può parcheggiare a pochi minuti dalla sede del Convegno presso il "Park Verdi" di Viale Verdi. Per chi avrà la possibilità di trattenersi è poi previsto il trasferimento presso il Ristorante "Antica casa della Malvasia" dove ci riuniremo per un pasto comunitario. La ricorrenza dei 900 anni della fondazione dell’ Ordine dei Cavalieri del Tempio, la qualità dei relatori e dei temi trattati e la bellezza della sede dove terremo il Convegno richiedono da parte vostra la più pronta e convinta partecipazione, invitando anche amici, conoscenti e simpatizzanti della storia Templare. Per ragioni organizzative è richiesta la conferma della Vostra partecipazione e di quella dei Vostri ospiti al Convegno ed al pranzo da comunicare alla Cancelleria del Priorato (e-mail:cancelleriapriorale.lv@gmail.com cellulare:347 559 6960).A dare inizio all’incontro ci sarà l’immancabile priore del Lombardo Veneto Giovanni Zipponi che accoglierà i presenti con un caloroso saluto e introdurrà i relatori i quali esporranno i loro temi; Marco Ferrero( Presidente del Centro Studi Medioevali "Ponzio di Cluny" ) tratterà il tema delle "Presenza monastiche nel medioevo vicentino", Simonetta Cerrini (dottore della Sorbona) spiegherà "La rivoluzione dei templari" e ultimo ma non per importanza Antonio Musarra (medievalista e Fellow di Harvard) che esporrà argomenti riguardanti "Prima della caduta .I templari tra la caduta di Acri e l’avviso del processo " . In qualità di mediatore sarà presente Marco Pirillo. Dichiara Zipponi " Saranno momenti veramente importanti che ci consentiranno di stare assieme e di far conoscere il nostro amato Ordine al quale ci onoriamo di appartenere. Vi abbracciamo fraternamente ricordando il nostro sacro motto:" Non Nobis Damine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam"

 

Progetto ANAS in salute con lo sport: l’importanza dello sport dalla voce di un volontario.

  

26/04/2018

 

Pubblichiamo il pensiero di un sostenitore ANAS, che ci ha fatto pervenire, in relazione all’importanza dei progetti con al centro lo sport.

 

"Le nuove generazioni tendono ad approcciarsi alla tecnologia sempre più prematuramente del dovuto e questo li porta a credere che sia eticamente corretto passare il proprio tempo in solitudine di fronte a console, tablet, computer o smartphone. Al giorno d’oggi è diventato quindi necessario insegnare ai bambini ciò che significa vivere all’interno di un gruppo sociale, un buon mezzo per farlo potrebbe essere lo sport. Le attività sportive e ricreative offrono occasioni d'incontro e potenziano la coesione e la crescita culturale, favoriscono comportamenti pro-sociali e sviluppano competenze e capacità socio-emotive. Alcuni di questi valori sembrano "in via di estinzione" ma fortunatamente non è ancora detta l’ultima parola. Insegnando ai bambini di oggi a convivere e a relazionarsi con i propri coetanei si potrà creare una società più affiatata in grado di coesistere e collaborare in un domani."

Le Onlus cancellate dalla riforma 3° settore, ANAS Italia convoca riunione dei presidenti del Centro-Nord. A rappresentare il Veneto il presidente villafranchese Baldan.

 

 19/04/2018

  

Anas (Associazione Nazionale di Azione Sociale) e terzo settore; tra riforma e organizzazione. Si è svolta il 15 aprile 2018 a Carugate provincia di Milano presso la sala convegni in via Cesare Battisti la riunione organizzata dal Anas Italia in Lombardia sulla riforma del terzo settore cosi come disciplinato dalla Legge 117 del 2017. Sono stati discussi, alla presenza di autorità e responsabili di settore (tra le quali anche il Sindaco del Comune ove si è svolta la riunione), punti della riforma che necessiterebbero, a giudizio della classe dirigente l’associazione Anas, di interventi normative per rendere più organica la riforma stessa, soprattutto la necessità di chiarire ai dirigenti che come il fatto che le Onlus sono state abrogate dal 1° Gennaio 2018 e che ad oggi esiste un solo soggetto certificato dalla norma e cioè l’Ente del terzo settore come lo sono anche le associazioni di promozione sociale nazionali tra le quali l’ANAS. A rappresentare il Veneto alla riunione era presente il giovane presidente della sede ANAS Villafranchese Ivano Baldan che ormai da anni segue l’associazione nel Comune con interventi che vanno da convegni di interesse sociale alla prevenzione sull’alcolismo rivolta ai giovani, e non solo, e a breve l’attivazione del servizio civile, sede, quella villafranchese, accreditata presso la Regione Veneto per ricevere i prossimi volontari probabilmente già nel 2018.

 

Nell’ambito della riunione il portavoce Nazionale ANAS Dott. Antonio Lufrano, presente all’incontro, oltre ad elogiare l’operato delle sedi venete di ANAS ha voluto chiarire "come è noto la riforma ha profondamente modificato il modello organizzativo delle associazioni in Italia e l’ANAS ‘ impegnata in una campagna di informazione sulla riforma." e ancora "L’importanza dell’iniziativa viene avvalorata dal fatto che ancora molti enti pubblici continuano a chiedere dichiarazioni sulle ONLUS che, come è scritto nella riforma, sono abrogate."

 

Alcolisti anonimi e volontari A.N.A.S. alle medie di Illasi “In seconda già si parla di Alcool”.

 

11/04/2018

 

Si è svolto martedì 11 aprile alle scuole medie Zamboni di Illasi l’incontro volto alla prevenzione sull’uso dell’alcool tra i giovani. I ragazzi dell’età di tredici anni, molto attenti alle indicazioni dei volontari dell’Ente del Terzo Settore A.N.A.S., e colpiti dall’esperienza degli alcolisti anonimi, hanno fatto per qualche ora un viaggio all’interno di quelli che sono i dati che oggi affliggono i giovani nel problema dell’abuso di sostanze alcoliche, problema che porta a bere il primo bicchiere, nella maggior parte dei casi, già ad 11 anni. Erano 55 i ragazzi presenti nell’aula Magna,  con l’incontro iniziato con il far vedere agli studenti delle immagini a base scientifica sugli effetti negativi dell’alcool, soprattutto tra gli adolescenti, e i vari motivi per cui è sconsigliata l’assunzione uno dei quali l’assenza nell’organismo umano fino all’età di 16 anni, dell’enzima che smaltisce l’alcool. Successivamente i ragazzi hanno ascoltato la testimonianza di un ragazzo che ha vissuto il problema in prima persona che fa parte degli alcolisti anonimi di Verona ed ascoltato il racconto di un familiare di alcolisti (associazione ALANON) che ha spiegato come viene vissuto questo problema in famiglia. Tante le domande fatte dai ragazzi tramite bigliettini anonimi accartocciati e poi raccolti dai volontari, con lo stupore degli insegnanti si è compreso come anche in questa giovane età i ragazzi sono molto interessati al problema con la curiosità di chi ha capito che con certe cose non si scherza. Infine l’incontro si è chiuso con un aperitivo analcolico preparato dalle volontarie ANAS Chiara ed Antonella  con il messaggio che si può stare bene insieme anche senza alcool.

Per controllare l'archivio news CLICCA QUI

Brevi

 È aperto il tesseramento ANAS Veneto anno 2018

Per sapere come diventare socio ANAS Veneto clicca qui

 

Video

Il Dr. Stanislao Saeli e il Dr. Antonio Lufrano (portavoce nazionale ANAS) parlano insieme di riforma della giustizia.

Servizio tg su Lady Rally ANAS e Auto Club Forze di Polizia contro violenza di genere.

Servizio tg su nuovo progetto sull'alcolismo di ANAS Veneto.

Serie A calcio femminile. Anas Veneto ancora in campo con AGSM Verona

Anas Veneto ospite alla trasmissione "2 Chiacchiere in Cucina"  ecco il video.

I bambini ANAS Veneto in campo con le giocatrici dell Verona calcio femminile.

Servizio del Tg sul progetto proposto da ANAS Veneto per contrastare l'uso di alcool tra i giovanissimi

Attività ed Eventi