“A.N.A.S. CONSIGLIA GUBBIO IN PROVINCIA DI PERUGIA REGIONE UMBRIA”:

La località caratteristica per far parte della comunità montana Alto Chiasco, Associazione nazionale Città del Tartufo e Associazione Italiana Città della Ceramica. (visitabile in tutto il periodo dell’anno).

Dove si trova?: La cittadina si trova in un comune italiano di 32.490 abitanti della regione Umbria.

Info & consultazioni?: Gli uffici comunali si trovano in Piazza Grande, 9 tel. 075/92371

Come si può raggiungere?: Per chi provenisse da nord autostrada A14 ADRIATICA prendere uscita a Fano e proseguire per ROMA-GUBBIO.

Tipologia?: Il territorio si presenta particolarmente montuoso e collinare

Scheda turistica:

Strutture ricettive: B&B nelle vicinanze di Gubbio

·         B&B: Monticelli Frazione Monteluiano, 66, Gubbio PG tel. 339/4440654 prezzo per notte 60,00€

·         B&B: Fontecese B&B via del Vivaio, 14, 06024 San Marco, Gubbio PG tel. 335/8043716 prezzo per notte 55,00€

·         B&B: sotto il Campanone di Calisto Corso Giuseppe Garibaldi, 10/A Gubbio tel. 335/8286279 prezzo non disponibile

·         HOTEL. Catignano Via di Catignano, 34, 06024 Gubbio PG tel. 075/929323 prezzo non disponibile

·         HOTEL. La Rocca Via Monte Ingino, 15, 06024 Gubbio PG te. 075/9229323 prezzo non disponibile

·         HOTEL: Villa Montegranelli Località Monteluiano, 06024 Gubbio PG tel. 075/9220185.

Animazione & ristoro: Nella località si possono trovare molte gelaterie tra le quali (“La Gelateria”; ”Bar Gelateria 5 Colli”). Oltre a moltissime attrattive come ristoranti (“Locanda al Cantiniere” a Gubbio; “La Cresceria” a Gubbio; “Picchio Verde” a Gubbio e infine “La Contrada” ristorante/pizzeria a Gubbio) e molto altro.

Breve descrizione: Nella fantastica cittadina di Gubbio possiamo visitare molte attrattive come la Piazza Grande( rappresenta il centro di Gubbio ); la Cattedrale dei Santi Mariano e Giacomo( principale luogo di culto cattolico di Gubbio ); il Teatro Romano ( costruito alla fine del I sec. a.C. la struttura quale oggi visitabile si deve ai restauri effettuati tra l’ 800 e il 900, ospita una qualificata stagione estiva di spettacoli classici, reperti archeologici di scavo, provenienti anche da altre zone della città, sono raccolti nel vicino Antiquarium); Parco Rangiaschi (realizzato per volontà del marchese Francesco Rangiaschi Brancaleoni tra il 1831 e il 1849, nacque con l’intenzione di creare un giardino all’inglese con grandi viali su un terreno degradante a ridosso delle mura di Gubbio); poi la “Fontana dei matti” ed infine il Palazzo Ducale di Gubbio (fatto costruire dal duca di Urbino Federico da Montefeltro nel 1470 in stile rinascimentale, su preesistenti costruzioni medievali).

 

 

Buon viaggio…